Communicati stampa e articoli

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (146)

Oggetto 133 – 144 di 146

Lancio del programma di borse di studio nei Paesi partner

Una ricercatrice al lavoro in un laboratorio.

15.06.2009 — Articolo EB

Con l’inizio di una fase pilota in Polonia e Repubblica Ceca è iniziata l’attuazione dei programmi di borse di studio nel quadro del contributo svizzero all’allargamento. Beneficiari di questi programmi per un ammontare di circa 30 milioni di franchi sono giovani scienziati degli Stati dell’Europa centrorientale membri dell’UE.


Die Schweiz unterstützt die Verbrechensbekämpfung in Estland

Ein Mann analysiert am Bildschirm Daten.

15.06.2009 — Articolo EB

Am 28. Mai 2009 wurde in Tallinn im Rahmen des schweizerischen Erweiterungsbeitrags ein Projektabkommen zur Unterstützung des Estnischen Forensischen Institutes und weiterer Strafverfolgungsbehörden Estlands unterzeichnet. Mit dem schweizerischen Beitrag von 3,5 Millionen Franken werden die Beschaffung moderner Ausrüstungen, ein optimiertes Datenaustauschsystem sowie Schulungen finanziert.


Il Consiglio federale trasmette al Parlamento il messaggio concernente il contributo all’allargamento destinato a Bulgaria e Romania

05.06.2009 — News locali EB

Il 5 giugno 2009, il Consiglio federale ha trasmesso al Parlamento il messaggio concernente il credito quadro per il contributo all’allargamento destinato a Bulgaria e Romania. Il contributo della Svizzera alla riduzione delle disparità economiche e sociali ammonta complessivamente a 257 milioni di franchi, versati nell’arco di cinque anni.


Attuazione del contributo all’allargamento destinato alla Polonia

13.05.2009 — News locali EB

La Svizzera intende facilitare l’accesso delle PMI polacche ai finanziamenti a lungo termine: è quanto ha deciso il Consiglio federale il 13 maggio 2009 con la sua scelta di destinare 53 milioni di franchi, ovvero una parte dei fondi per il contributo all’allargamento, agli investimenti in capitale di rischio. Tale investimento permetterà di creare posti di lavoro in regioni caratterizzate da forti debolezze strutturali.


Contributo all’allargamento per Bulgaria e Romania - Firmata la dichiarazione politica d’intenti

25.06.2008 — Articolo EB

Unitamente all’UE, mercoledì a Bruxelles la Svizzera ha firmato la dichiarazione politica d’intenti a sostegno dei due nuovi Stati UE Bulgaria e Romania. Essa fissa il contributo svizzero all’allargamento per questi due Paesi a 257 milioni di franchi. La dichiarazione è un’aggiunta (addendum) al già esistente Memorandum of Understanding che diventa effettiva previa approvazione del contributo da parte del Parlamento svizzero.


Contributo all'allargamento alla Bulgaria e alla Romania: Unità di vedute con l'UE su modalità generali

02.04.2008 — Articolo EB

Il Consiglio federale prevede di aiutare la Romania e la Bulgaria con un contributo all'allargamento di 257 milioni di franchi. Mercoledí 2 aprile 2008 la Svizzera e l'UE hanno trovato, a livello negoziale, un'unità di vedute circa i principi generali di questo contributo. In un testo comune è stata stabilita la chiave di ripartizione nonché i settori generali per programmi e progetti. Tale unità di vedute deve ancora essere approvata dal Consiglio federale in una prossima fase. Essa costituisce una dichiarazione d'intenti a carattere politico e non è vincolante.


Contributo all'allargamento alla Bulgaria e alla Romania

05.03.2008 — Articolo EB

Il Consiglio federale vuole fornire un sostegno anche ai due nuovi Paesi membri dell'UE, alla Romania e alla Bulgaria. La Svizzera dovrà continuare a contribuire alla riduzione delle disparità economiche e sociali in Europa fornendo un nuovo sostegno a questi due Stati di uguale entità rispetto all'aiuto precedente. Per un importo di circa 257 milioni di franchi la Svizzera si impegna a sostenere progetti concreti, che dovrà approvare lei stessa, per una durata di oltre cinque anni. I versamenti si estenderanno su un arco di circa dieci anni. Il contributo dovrà essere deliberato dal Parlamento sotto forma di un credito quadro, che verrà interamente compensato nel bilancio federale generale.


Nuova base legale per la sperimentata cooperazione svizzera con l'Europa dell'Est

16.05.2007 — News locali EB

Il 1° giugno 2007 entrerà in vigore la nuova legge federale sulla cooperazione con gli Stati dell'Europa dell'Est. Così ha deciso il Consiglio federale nella sua seduta odierna. La legge che disciplina la cooperazione della Svizzera con gli Stati dell'Europa dell'Est e dell'ex Unione Sovietica era stata approvata dal Parlamento il 24 marzo 2006. Il popolo svizzero ha confermato questa decisione nella votazione referendaria del 26 novembre 2006.


Il Consiglio federale approva i crediti quadro per il tradizionale aiuto ai Paesi dell'Europea dell'Est e il contributo all'allargamento

15.12.2006 — News locali EB

In occasione della sua seduta odierna, il Consiglio federale ha approvato due crediti quadro: un quarto credito quadro di 650 milioni di franchi per un periodo di quattro anni è destinato a garantire il proseguimento del tradizionale aiuto ai Paesi dell'Europa dell'Est e dell'ex Unione sovietica. Per il contributo all'allargamento ai nuovi Stati membri dell'UE il Consiglio federale ha approvato un credito quadro di un miliardo di franchi.



Il Consiglio federale raccomanda l’accettazione della legge federale sulla cooperazione con l’Europa dell’Est

26.09.2006 — News locali EB

Il Consiglio federale ha raccomandato martedì a Flims l’accettazione della legge federale sulla cooperazione con gli Stati dell’Est europeo. Tale cooperazione costituisce un importante strumento per la difesa degli interessi svizzeri in Europa e non graverà ulteriormente sui contribuenti svizzeri. La votazione popolare avrà luogo il 26 novembre 2006. Il Consiglio federale è stato rappresentato dai consiglieri federali Micheline Calmy-Rey, Doris Leuthard e Hans-Rudolf Merz.


Oggetto 133 – 144 di 146

Comunicato stampa (32)

Notizia (114)