Relazioni bilaterali Svizzera–Hongkong

Hong Kong è per la Svizzera un importante partner economico. Dal primo di Per la Svizzera Hong Kong è un partner economico molto importante. Dal 1° luglio 1997, tuttavia, Hong Kong è una regione ad amministrazione speciale della Repubblica popolare cinese e non può dunque condurre una politica estera autonoma.

Cooperazione economica

Hong Kong è spesso l’ingresso privilegiato per le esportazioni della Svizzera nella Cina continentale. La città è inoltre una piazza finanziaria importante in cui molti istituti bancari svizzeri si sono stabiliti fin dagli anni 1960.
La Svizzera porta avanti un dialogo regolare con Hong Kong sulle questioni finanziarie. Dal 1° ottobre 2012 è inoltre in vigore un accordo di libero scambio tra gli Stati dell’AELS, di cui la Svizzera fa parte, e Hong Kong.

Nella città ha sede anche uno Swiss Business Hub.

Informazioni sul Paese, Segreteria di Stato dell’economia SECO

Swiss Business Hub, Hong Kong

SECO, Accordo di libero scambio tra gli Stati dell’AELS e Hong Kong

Le svizzere e gli svizzeri a Hong Kong

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2018 a Hong Kong risiedevano 2’018 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

Nel corso del XIX secolo Hong Kong diventa uno dei centri commerciali più importanti dell’Asia. La Svizzera è già presente a Hong Kong nel 1842 con Theodor Jost, primo prefetto apostolico sull’isola. All’inizio del XX secolo sul suo territorio si stabiliscono missionari cattolici e protestanti – in particolare della Missione di Basilea – e commercianti svizzeri.
Dal 1842 (Trattato di Nanchino) al 1997 (restituzione alla Cina), Hong Kong è una colonia britannica. Oggi è governata secondo il principio «un Paese due sistemi» formulato da Deng Xiaoping nel 1997 al momento del ritorno dell’isola alla Cina.

Hong Kong, Dizionario storico della Svizzera