Lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo

La Svizzera si impegna attivamente per garantire l’integrità della piazza finanziaria svizzera. A livello internazionale punta dunque, tra le altre cose, a sviluppare standard per la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo che attua in modo coerente a livello nazionale.

La lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo è una questione di politica estera importante per la Svizzera, in particolare in relazione alla reputazione della piazza finanziaria. La Svizzera vuole impedire che fondi provenienti da attività illecite vengano immessi nel circuito economico legale e che terroristi abbiano accesso a mezzi finanziari. Partecipa alla messa a punto di standard internazionali nel settore del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo e li attua. In questo campo la Svizzera dispone di una delle legislazioni più efficaci al mondo.

Impegno a livello internazionale

A livello multilaterale la Svizzera sostiene la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, in particolare impegnandosi nel Gruppo di azione finanziaria (GAFI; Financial Action Task Force, FATF). Ha contribuito a elaborare le 40 raccomandazioni del GAFI che costituiscono gli standard riconosciuti a livello internazionale nell’ambito del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo. La Svizzera ha inoltre ratificato e posto in vigore le seguenti convenzioni:

  • Convenzione internazionale per la repressione del finanziamento del terrorismo, del 1999

  • Convenzione di Vienna, del 1988

  • Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale, del 15 novembre 2000

  • Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione (UNCAC), del 2003

  • Convenzione del Consiglio d’Europa sulla cibercriminalità, del 2001

Lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo a livello nazionale

In Svizzera la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo è disciplinata dalla legge sul riciclaggio di denaro, dal codice penale e dalle pertinenti disposizioni integrative presenti in altre leggi di attuazione degli standard internazionali. L’Ufficio di comunicazione in materia di riciclaggio di denaro (MROS) in seno all’Ufficio federale di polizia riceve le comunicazioni degli intermediari finanziari concernenti sospetti casi di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo e le trasmette alle autorità inquirenti. L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) e la Commissione federale delle case da gioco (CFCG) sorvegliano l’osservanza degli obblighi di diligenza da parte degli intermediari finanziari posti sotto il loro controllo.