Una pace duratura al centro dei colloqui a Glion

Comunicato stampa, 02.09.2021

Dal 31 agosto al 2 settembre 2021 la Svizzera ha ospitato il terzo ritiro dei 12 principali donatori del Fondo delle Nazioni unite per il consolidamento della pace (UNPBF) del segretario generale dell’ONU.

«Se vogliamo raggiungere una pace duratura dobbiamo investire maggiormente in un’azione preventiva coerente e inclusiva», ha affermato la segretaria di Stato Livia Leu nel suo discorso di apertura del terzo ritiro dei 12 principali Paesi donatori dell’UNPBF il 31 agosto a Glion (VD). La Svizzera, che ha organizzato la terza edizione dopo Svezia e Germania, rafforza così il proprio impegno in favore della pace nel mondo, una delle priorità definite nella sua Strategia di politica estera 2020–2023. L’evento è stato organizzato insieme al Ufficio di sostegno al consolidamento della pace e con il sostegno del Centre on Conflict, Development & Peacebuilding del Graduate Institute di Ginevra.

I dibattiti si sono focalizzati su diversi temi, tra cui l’importanza di rafforzare i partenariati con le istituzioni finanziarie internazionali o il settore privato. Si è discusso anche della transizione e della conclusione delle operazioni di mantenimento della pace per evitare un ritorno alla violenza. Alcuni ospiti di alto livello, in particolare Bintou Keita, la rappresentante speciale del segretario generale delle Nazioni Unite nella Repubblica democratica del Congo, e Fernandez-Taranco, sottosegretario generale per il sostegno al consolidamento della pace, hanno condiviso le loro esperienze riguardanti diversi Paesi in conflitto.

UNPBF, uno strumento centrale dell’ONU per prevenire i conflitti armati

L’UNPBF è uno strumento fondamentale dell’ONU per la promozione della pace nel mondo. Attraverso il suo mandato, il Fondo promuove la pace nei Paesi in cui sono in corso, o potrebbero scoppiare, conflitti violenti, fornendo un sostegno internazionale coordinato. Riunisce intorno a obiettivi comuni le istituzioni che operano nel campo dello sviluppo, dell’aiuto umanitario, della diplomazia, dei diritti umani e della sicurezza. Dal 2016 il Fondo è anche legato al processo di riforma dell’ONU teso a migliorare la coerenza, l’efficienza e l’efficacia sul campo.

La Svizzera, sesto principale donatore dell’UNPBF

La Svizzera, che si è impegnata a finanziare il Fondo con 24 milioni di dollari fino al 2024, è attualmente il sesto principale donatore dell’UNPBF, che oggi può contare sul sostegno di 24 Paesi ed entro il 2024 mira a raggiungere la soglia di 1,5 miliardi di dollari, come definito nella sua nuova strategia adottata nel 2020.


Indirizzo per domande:

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri