La Svizzera regala un apiario all

Berna, Comunicato stampa, 07.09.2012

Per celebrare questo anniversario, lunedì 10 settembre 2012 il consigliere federale Didier Burkhalter, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), offrirà al segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon un regalo tanto simbolico quanto originale: l'«Apiario svizzero del Parco dell'Ariana».

L'idea di regalare delle arnie non rappresenta soltanto un contributo agli sforzi compiuti dall'ONU in materia di biodiversità, ma è anche in linea con gli obiettivi perseguiti dalla Svizzera in tale ambito. In seguito a un intervento parlamentare, infatti, nel 2005 il Consiglio federale ha riconosciuto che le importanti e molteplici funzioni dell'apicoltura svizzera, ovvero l'attività economica, la produzione di miele e di altri prodotti apicoli nonché l'impollinazione dei fiori di piante coltivate e spontanee, contribuiscono alla tutela dell'equilibrio biologico e alla garanzia della resa dei raccolti agricoli.
Successivamente, nel 2008, l'Ufficio federale dell'agricoltura ha emanato una strategia per la promozione dell'apicoltura. Nel febbraio del 2012, inoltre, Greenpeace Svizzera ha lanciato una petizione nazionale per la salvaguardia delle api in Svizzera.

In questi ultimi anni l'Ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra (UNOG) si è impegnato per mettere a punto una strategia di sviluppo sostenibile e, in tale contesto, ha adottato una gestione differenziata del Parco dell'Ariana. Oltre 68 000 metri quadrati di terreno sono stati convertiti in prato per conservare uno spazio che pullula di fiori di ogni specie e varietà.

L'«Apiario svizzero del Parco dell'Ariana» è composto da dieci arnie decorate con i colori svizzeri. Su ogni arnia è stampato uno degli obiettivi dell'ONU che corrispondono agli obiettivi della politica estera della Svizzera, come ad esempio «Pace», «Diritti dell'uomo» o «Aiuto umanitario». Il miele che verrà prodotto a partire da giugno 2013 sarà utilizzato dall'UNOG e dal DFAE come omaggio promozionale. Si prevede di raccogliere circa 700 chili di miele. Ogni vasetto di miele recherà una scritta (corrispondente all'italiano «Per un mondo più dolce») nelle sei lingue ufficiali dell'ONU:

Pour un Monde plus Doux  
For a Sweeter World  
Por un Mundo más Dulce  
За более Добрый Мир 
愿世界更和美  
من أجل عالم ألطف

Questo progetto, realizzato dal DFAE e finanziato da Presenza Svizzera, non sarebbe stato possibile senza il grande impegno del Centre de formation professionnelle, nature et environnement di Lullier/Ginevra, che il 22 e il 23 settembre prossimi festeggerà il suo 125° anniversario, e senza il sostegno della Société genevoise d’apiculture nonché dei servizi competenti dell'UNOG.

Alcune cifre:

• 10 arnie – 10 api regine – circa mezzo milione di api «carniche» (Apis mellifera carnica), razza nota per il suo carattere poco aggressivo e originaria della regione del Ducato di Carniola (Slovenia);
• circa 700 kg di miele all'anno (due raccolti: uno a giugno e uno ad agosto) per le 10 arnie;
• le api garantiscono l'80 per cento dell'impollinazione delle piante coltivate e spontanee;
• ogni ape «bottinatrice» percorre circa 3 km al giorno (con una velocità di punta pari a 30 km orari);
• in teoria, una colonia di api può visitare 21 milioni di fiori nell'arco di una giornata;
• la vita di un'ape operaia ha una durata di circa 45 giorni, mentre quella di un'ape regina dura 2-3 anni;
• quando la temperatura è inferiore ai 12 gradi le api restano nella loro arnia (tra ottobre e marzo);
• i 19 000 apicoltori presenti in Svizzera si occupano di circa 170 000 colonie di api;
• nell'inverno 2011/12 sono morte circa 100 000 colonie di api. Questa moria senza precedenti, dovuta soprattutto all'acaro Varroa destructor, ha causato agli apicoltori svizzeri una perdita finanziaria di 25 milioni di franchi.

Persone di contatto:

• Raphaël Saborit, responsabile delle relazioni con i media, Missione svizzera, tel. 022 749 24 23, cell. 079 335 76 14;
• Nicolas Bideau, ambasciatore, capo Presenza Svizzera/DFAE, tel. 031 323 45 91, cell. 079 667 69 15;
• Gilles Miserez, direttore, Centre de formation professionnelle, nature et environnement di Lullier, tel. 022 546 67 12 (http://www.lullier.ch/);
• Pascal Crétard, presidente, Société genevoise d’apiculture, cell. 079 200 02 04 (http://www.abeilles-de-geneve.ch/.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri