La DSC aumenterà il suo contributo agli ospedali di Kantha Bopha a partire dal 2013

Berna, Comunicato stampa, 11.09.2012

Gli ospedali di Kantha Bopha in Cambogia festeggiano quest’anno il ventesimo di attività. Lanciati nel 1992 per iniziativa del dott. Beat Richner, questi ospedali contribuiscono in misura considerevole a migliorare la salute dei bambini e più in generale la salute pubblica in Cambogia. La Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) sostiene l’opera del dott. Richner dal 1994 e per sottolineare questo anniversario ha deciso di aumentare il suo contribuito di 1 milione di franchi, portando l’aiuto della Svizzera a 4 milioni.

Per consentire agli ospedali di Kantha Bopha di proseguire la loro missione a beneficio dei bambini cambogiani per gli anni futuri e contribuire anche a rafforzare le capacità del sistema sanitario della Cambogia, la DSC prevede di aumentare il suo contributo finanziario del 33%. Il nuovo accordo di collaborazione tra la DSC e la Fondazione Kantha Bopha Hospitals (KBH), che porta l’aiuto della Svizzera a 4 milioni di franchi all’anno, entrerà in vigore nel mese di gennaio 2013 e durerà fino al 2015.

La DSC incrementa così il suo sostegno all’immenso lavoro svolto dal dott. Richner, che ogni anno assicura la sopravvivenza e le cure di centinaia di migliaia di bambini cambogiani. L’85 per cento dei ricoveri ospedalieri di bambini in Cambogia avviene oggi infatti a titolo gratuito a Kantha Bopha, mentre il 40 per cento della popolazione vive al di sotto della soglia della povertà, il 40 per cento dei bambini soffre di malnutrizione e il tasso di mortalità materna è elevato.

Il contributo finanziario della DSC agli ospedali di Kantha Bopha è attualmente uno dei maggiori a un progetto bilaterale, per un totale di circa 40 milioni di franchi dall’inizio degli aiuti nel 1994. Per dare continuità all’opera e all’impegno straordinari del dott. Richner, la DSC ritiene ad esempio necessario che gli ospedali di Kantha Bopha possano trovare, oltre alle donazioni private e ai contributi dei governi svizzero e cambogiano, una base di finanziamento più ampia. Gli ospedali pediatrici non favoriscono infatti soltanto il miglioramento della salute infantile, ma fornendo anche un apporto alla formazione del personale medico e infermieristico impiegato nelle strutture sanitarie di tutto il Paese costituiscono un elemento chiave del sistema sanitario cambogiano.

La Svizzera, che finora vanta una doppia presenza in Cambogia (contributi agli ospedali di Kantha Bopha e contributi programmatici a ONG svizzere attive sul posto), sta preparando un ampio programma di cooperazione in questo Paese. La Cambogia, più del Laos, del Vietnam e del Myanmar, viene infatti proposta come nuovo Paese di cooperazione nel quadro della Strategia di cooperazione regionale nel Mekong (2013-2017). Il lavoro della DSC in questa regione si concentra sulle popolazioni povere e sfavorite delle zone rurali con l’obiettivo di ridurre la povertà e le disuguaglianze. Attraverso il suo impegno allo sviluppo la Svizzera favorisce la pace sociale e la stabilità in tutta la regione.

Informazioni:
Jean-Marc Crevoisier
Capo Informazione DFAE
+41 (0)79 763 84 10


Informazioni supplementari:

Impegno della DSC nella regione del Mekong


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri