Visita ufficiale di lavoro del ministro degli esteri del Guatemala Harold Caballeros a Berna (ultima modifica: 27.08.2012)

Berna, Comunicato stampa, 27.08.2012

Il 27 agosto 2012, il consigliere federale Didier Burkhalter, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ha ricevuto a Berna il ministro degli esteri del Guatemala Harold Caballeros per una visita ufficiale di lavoro. I due ministri degli esteri hanno discusso alcune questioni bilaterali, tra cui i progetti di cooperazione che la Svizzera sostiene in Guatemala, e hanno parlato di temi di attualità internazionale.

Il Guatemala è attualmente membro del Consiglio di sicurezza dell'ONU. Il tema della cooperazione in seno agli organi multilaterali nonché le priorità del Guatemala come membro del Consiglio di sicurezza sono stati discussi. Si è inoltre discusso della situazione della sicurezza in America centrale nonché dei negoziati in corso per un accordo di libero scambio tra l'AELS e una serie di Paesi dell'America centrale. Il Guatemala ha da poco deciso di partecipare a tali negoziati e vi è rappresentato a partire dalla terza tornata tenutasi ad agosto.   

Già prima dell'incontro del 27 agosto, il DFAE aveva comunicato al governo del Guatemala che l'Ambasciata di Svizzera a Guatemala City sarebbe stata chiusa nel quadro della riorganizzazione della rete svizzera delle rappresentanze. A Berna, Didier Burkhalter ha informato il suo omologo Harold Caballeros che la gestione degli interessi della Svizzera in Guatemala sarà in futuro garantita dalla rappresentanza di San José (Costa Rica). Anche i servizi consolari saranno erogati da San José. Il ministro degli esteri Caballeros ha informato il consigliere federale Burkhalter che il presidente del Guatemala ha scritto al governo svizzero, chiedendo di verificare la decisione.

Queste decisioni non mettono minimamente a rischio i programmi di cooperazione della Svizzera in Guatemala, che continueranno a essere condotti dalla Divisione Sicurezza umana (DSU) e dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e che concernono la collaborazione con la Commissione internazionale contro l’impunità in Guatemala (CICIG) e con il pubblico ministero guatemalteco, il rinforzamento del sistema giuridico nonché progetti nei settori della prevenzione delle catastrofi, delle risorse idriche e della sicurezza alimentare.

Tra i temi sul tappeto anche quello dello sviluppo e della sostenibilità. Il consigliere federale Burkhalter ha lodato il ruolo assunto dal Guatemala conseguire uno dei principali risultati del vertice di Rio+20 lo scorso giugno. La decisione di definire obiettivi concreti per uno sviluppo sostenibile (SDG) è infatti da ricondurre a un'iniziativa della Colombia, sostenuta anche da Guatemala e Perù. Il consigliere federale Burkhalter ha chiesto al ministro degli esteri Caballeros di illustrare gli obiettivi del governo guatemalteco nell'ambito del processo di follow-up della Conferenza di Rio e del gruppo di lavoro dell'ONU sugli SDG.

Nel campo della sicurezza è stato dato spazio al problema della droga e alla possibilità di realizzare, contro le attività dei cartelli della droga in America centrale, una politica alternativa alla sola repressione. In tale contesto, il consigliere federale Didier Burkhalter ha illustrato al suo omologo i principi della politica svizzera in materia di droghe, che non prevede la legalizzazione del consumo e del commercio di tali sostanze, ma che dagli anni 1990 ha ottenuto risultati soddisfacenti grazie alla distribuzione controllata di eroina e ad altri provvedimenti. 

 


Informazioni supplementari:

Relazioni Svizzera – Guatemala


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri