Il Consiglio federale intende migliorare la protezione dell

Berna, Comunicato stampa, 22.08.2012

Il Consiglio federale intende contribuire a migliorare la protezione dell'ambiente marino. Mercoledì ha adottato un disegno di decreto federale concernente l'approvazione di quattro convenzioni dell'Organizzazione marittima internazionale (IMO). Il Consiglio federale propone una modifica della legge federale sulla navigazione marittima sotto bandiera svizzera e mira altresì a poter stipulare in futuro convenzioni marittime in modo autonomo. Il messaggio sarà trasmesso al Parlamento.

L'aumento dei trasporti di merci e passeggeri in alto mare pone la comunità internazionale di fronte a nuove sfide in materia di protezione dell'ambiente e rende necessario lo sviluppo delle regolamentazioni internazionali in materia. Le quattro convenzioni alle quali la Svizzera intende aderire puntano a migliorare la protezione dell'ambiente marino grazie a varie misure destinate a eliminare le fonti d'inquinamento prodotte dalle imbarcazioni.  

Si tratta dell'allegato VI alla convenzione internazionale del 1973 per la prevenzione dell’inquinamento causato da navi (convenzione MARPOL) e di tre convenzioni marittime riguardanti la protezione delle acque, in particolare della convenzione internazionale del 2001 sulla responsabilità civile per i danni derivanti dall'inquinamento determinato dal carburante delle navi, della convenzione internazionale del 2004 per il controllo e la gestione delle acque di zavorra e dei sedimenti delle navi e della convenzione internazionale del 2001 sul controllo dei sistemi antivegetativi nocivi sulle navi (convenzione AFS). 

Aderendo a tali convenzioni, la Svizzera vuole dimostrare il proprio impegno per la protezione dell'ambiente, in particolare di quello marino. Vuole inoltre sostenere la propria flotta di 41 imbarcazioni commerciali, che in tal modo non risulterà svantaggiata rispetto a quelle dei Paesi che hanno ratificato le convenzioni dell'Organizzazione marittima internazionale (IMO). Questa organizzazione speciale dell'ONU con sede a Londra, di cui la Svizzera è membro fondatore, è l'organismo principale a occuparsi della problematica della navigazione marittima e delle sue conseguenze. Dalla sua fondazione, l'IMO ha formulato 63 convenzioni internazionali, oggetto di costante aggiornamento.  

Il Consiglio federale propone anche di modificare la legge federale sulla navigazione marittima sotto bandiera svizzera. In virtù di una pratica dimostratasi efficace in molti settori, in particolare quello dell'aviazione civile, la competenza dell'adesione a convenzioni internazionali dell'IMO in ambito nautico o tecnico verrebbe delegata al Consiglio federale. Le Camere risulterebbero così sollevate da procedure di approvazione puramente tecniche.

Per ulteriori informazioni
Informazione DFAE  
tel. +41 31 322 31 53 


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
tel. +41 31 322 31 53


Editore

Il Consiglio federale
Dipartimento federale degli affari esteri