Consultazioni annuali a Seoul della Commissione di supervisione delle nazioni neutrali

Berna, Comunicato stampa, 19.04.2012

Alcuni rappresentanti della Polonia, della Svezia e della Svizzera, Stati membri della Commissione di supervisione delle nazioni neutrali (Neutral Nations Supervisory Commission, NNSC) in Corea, si sono riuniti a Seoul il 18 e il 19 aprile 2012 per le loro consultazioni annuali, soffermandosi in particolare sulle attività in corso della NNSC e sui recenti sviluppi nella penisola coreana. Gli Stati membri della NNSC hanno riaffermato il loro impegno a lungo termine per il mantenimento della pace nella regione.

La NNSC è stata istituita più di 59 anni fa con il Trattato d’armistizio del 27 luglio 1953, che resta il solo strumento legale per evitare le ostilità nella penisola coreana. Almeno fino a quando questo Trattato non sarà sostituito da un accordo di pace globale, la NNSC continuerà a svolgere un ruolo importante per mantenere la stabilità nella regione, fornire canali di comunicazione e promuovere la fiducia reciproca su entrambi i lati della linea di demarcazione.

La situazione nella penisola coreana continua a preoccupare la Comunità internazionale, non solo in termini di sicurezza regionale e controllo degli armamenti, ma anche per quanto concerne i diritti dell'uomo e i diritti umanitari.

I rappresentanti degli Stati membri della NNSC hanno discusso sugli ultimi sviluppi nella penisola coreana, compreso il lancio di un satellite avvenuto il 13 aprile 2012 nella Repubblica popolare democratica di Corea utilizzando la tecnologia dei missili balistici, in violazione della risoluzione 1718 del 2006 e della risoluzione 1874 del 2009 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, e hanno sottolineato la necessità che tutte le parti rinuncino ad azioni che possano aumentare le tensioni nella regione.

La Svizzera, la Svezia e la Polonia hanno espresso inoltre il loro fermo sostegno a ogni sforzo sincero volto a raggiungere una soluzione negoziale durevole che tenga conto degli interessi di tutte le parti in causa. I tre paesi hanno inoltre riaffermato l’importanza dei Negoziati dei Sei (Six Party Talks), attualmente sospesi, ai quali partecipano la Repubblica popolare di Cina, il Giappone, la Repubblica Democratica Popolare di Corea, la Repubblica di Corea, la Federazione di Russia e gli Stati Uniti. I membri della NNSC hanno espresso l’auspicio di una ripresa immediata di questo processo e hanno riaffermato la loro convinzione sulla necessità di raggiungere la denuclearizzazione. Quasi sessant'anni dopo il Trattato d'armistizio del 1953, essi sostengono che sarà possibile ottenere una stabilità duratura nella regione solo raggiungendo una situazione di pace permanente nella penisola.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri