Il consigliere federale Didier Burkhalter rappresenterà la Svizzera al 2° Veritice sulla sicurezza nucleare in Corea

Berna, Comunicato stampa, 23.03.2012

Il consigliere federale Didier Burkhalter rappresenterà la Svizzera al 2° Vertice sulla sicurezza nucleare che si terrà lunedì e martedì a Seoul, su invito del presidente della Corea del Sud Lee Myung-bak. Più di una cinquantina di presidenti, primi ministri o ministri sono attesi nella capitale coreana che accoglierà anche il segretario generale dell'ONU, Ban Ki-moon, e il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA), Yukiya Amano. Il capo del Dipartimento federale degli affari esteri approfitterà della sua presenza al Vertice per incontrare rappresentanti di Governi di Paesi invitati e domenica avrà un colloquio ufficiale con il ministro degli affari esteri e del commercio della Corea del Sud, Kim Sung-Hwan.

L'obiettivo del Vertice, che ha luogo due anni dopo la prima riunione a Washington, consiste nel rafforzare la sicurezza nucleare prendendo misure per evitare che materiale nucleare cada nelle mani dei terroristi. Nel 2009 a Praga, il presidente Obama aveva chiesto alla comunità internazionale di assumere il controllo di tutto il materiale nucleare delicato entro un termine di quattro anni. Un anno dopo la catastrofe di Fukushima si discuterà anche a Seoul della coordinazione delle misure prese per evitare che un tale incidente non si riproduca.

L'incontro con il ministro coreano del Sud degli affari esteri Kim Sung-Hwan s'iscrive nel quadro delle festività in occasione del 50° anniversario dell'inizio delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi. La Corea del Sud è un importante partner economico della Svizzera in Asia e le relazioni politiche nonché quelle in ambito scientifico e tecnologico aumentano.

Ai margini della riunione di Seoul, il consigliere federale Didier Burkhalter incontrerà tra l'altro il primo ministro della Danimarca, Helle Thorning-Schmidt, il vice presidente delle Filippine, Jejomar Bina, il vice primo ministro israeliano, Dan Meridor, e i ministri degli affari esteri di Svezia, Carl Bildt, del Marocco, Taïb Fassi Fihri, d'Egitto, Mohamed Kamel Amr, d'Argentina, Hector Timerman e della Georgia, Grigol Vashadze. Oggetto delle discussioni saranno le relazioni bilaterali tra la Svizzera e questi vari Paesi nonché un giro d'orizzonte sulle questioni internazionali.

Domenica, il capo del DFAE parteciperà alle «Swiss Weeks in Seoul» che permetteranno alla Svizzera di rafforzare la sua immagine in Corea del Sud in occasione del 50° anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi e a qualche settimana dall'inaugurazione dell'Esposizione universale di Yeosu. Una visita lunedì nella zona demilitarizzata di Panmunjom, che separa le due Coree, è anche prevista nel programma della visita di Didier Burkhalter che incontrerà la delegazione svizzera della Commissione di supervisione delle nazioni neutrali (NNSC) in Corea. Questa commissione veglia affinché l'accordo di cessate il fuoco tra le due Coree venga rispettato.

Per ulteriori informazioni:
Jean-Marc Crevoisier
Capo Informazione DFAE
jean-marc.crevoisier@eda.admin.ch
+41 79 763 84 10


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera - Corea del Sud
2012 Seoul Nuclear Security Summit (en)


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri