Visita ufficiale di lavoro del ministro degli affari esteri armeno Edward Nalbandian a Berna

Berna, Comunicato stampa, 14.03.2012

Il Consigliere federale Didier Burkhalter, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ha ricevuto il suo omologo armeno Edward Nalbandian presso la casa von Wattenwyl a Berna nel contesto di una visita ufficiale di lavoro. I colloqui hanno permesso di fare il punto su varie questioni bilaterali, tra cui la cooperazione tecnica e umanitaria. L’ordine del giorno prevedeva anche discussioni su vari temi di carattere regionale.

La Svizzera e l’Armenia, che nel mese di aprile festeggeranno vent’anni di relazioni diplomatiche, intrattengono legami che sono andati intensificandosi nel corso degli ultimi anni. Il primo incontro tra il Consigliere federale Didier Burkhalter e il suo omologo armeno Edward Nalbandian si è svolto infatti  circa un anno dopo la visita dell’allora Presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey in Armenia il 30 marzo 2011 in occasione dell’inaugurazione dell’ambasciata svizzera a Yerevan. Il 3 maggio 2011, il presidente armeno Serzh Sargsyan aveva ricambiato la visita in Svizzera.

Nel corso delle discussioni, Burkhalter e Nalbandian hanno affrontato varie questioni di carattere bilaterale, evidenziando nel campo della cooperazione economica un potenziale non ancora sfruttato, nonostante il favorevole quadro giuridico. In materia di cooperazione allo sviluppo è stata accolta positivamente la partecipazione attiva del governo armeno nell’ambito dello sviluppo e dell’accompagnamento dei progetti realizzati dalla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC).

Il capo della diplomazia svizzera e il suo ospite hanno discusso anche di aspetti di carattere regionale, segnatamente dell’impegno della Svizzera nel quadro del processo di pace nel Caucaso meridionale.

Burkhalter ha informato il suo omologo armeno che la Svizzera (2014) e la Serbia (2015) saranno chiamate a presiedere l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSC) e ha inoltre ribadito che, secondo la Svizzera, il conflitto in atto nell’Alto Karabakh potrà cessare soltanto attraverso una soluzione pacifica. In questa ottica, il nostro Paese sta seguendo da vicino gli sforzi di mediazione che il Gruppo di Minsk dell’OSCE sta attuando per trovare uno sbocco a questo conflitto.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera - Armenia
Impegno della Svizzera nel Caucaso meridionale (DSC)


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri