Visita ufficiale a Berna del ministro degli affari esteri serbo Vuk Jeremic

Berna, Comunicato stampa, 01.03.2012

Il 1° marzo 2012 il consigliere federale Didier Burkhalter, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ha ricevuto a Berna il suo omologo serbo, Vuk Jeremic, in occasione di una visita ufficiale di lavoro. Al centro dei colloqui ci sono state le presidenze successive dell’OSCE della Svizzera (2014) e della Serbia (2015). Nel corso dell’incontro sono inoltre state trattate varie questioni bilaterali e di attualità internazionale.

In occasione della conferenza ministeriale tenutasi a Vilnius nel dicembre 2011 la Svizzera e la Serbia avevano presentato la loro candidatura congiunta per la presidenza dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) nel 2014 e nel 2015. Le candidature sono state accolte il 10 febbraio scorso in seguito all’approvazione tacita da parte dei 56 Stati membri dell’OSCE.

«Per la Svizzera tale incarico rappresenta una delle priorità strategiche della politica estera, ovvero l’impegno a favore della stabilità in Europa e nelle regioni limitrofe», ha affermato il consigliere federale Didier Burkhalter durante i colloqui con il ministro degli affari esteri serbo Vuk Jeremic svoltisi nella Casa von Wattenwyl, e ha aggiunto che «i nostri partner hanno fiducia nella nostra capacità di migliorare la sicurezza e la cooperazione in Europa. Una stretta collaborazione con la Serbia consente alla Svizzera di contribuire a un cambiamento positivo nell’Europa sud-orientale».

I due ministri hanno preso misure organizzative e in particolare hanno convenuto di effettuare uno scambio di diplomatici. Didier Burkhalter ha anche annunciato la creazione di una task force che si occuperà della preparazione della presidenza svizzera e che sarà diretta dall’Ambasciatrice Heidi Grau.

Fondata nel 1975, l’OSCE rappresenta uno strumento di diplomazia preventiva, di gestione di crisi, di prevenzione dei conflitti nonché di ricostruzione e rafforzamento delle strutture democratiche e dello Stato di diritto dopo un conflitto. Con la promozione della fiducia e della sicurezza nell’ambito militare e la tutela dei diritti dell’uomo, l’OSCE fornisce un importante contributo alla stabilità e alla sicurezza nell’intero continente.

Oltre all’OSCE i due ministri hanno anche approfondito varie questioni legate alle relazioni bilaterali, che il capo del DFAE ha giudicato come «molto buone» e «sempre più intense».

Nel corso del loro incontro, Burkhalter e Jeremic hanno affrontato in particolare il tema dell’impegno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) in Serbia, che dal 2000 rientra fra i Paesi prioritari della cooperazione con l’Europa dell’Est. Con un contributo di 24 milioni di franchi per il 2012, la Svizzera intende soprattutto aiutare a rafforzare l’integrazione sociale e a ridurre la povertà in Serbia, Paese candidato all’adesione all’Unione europea (UE).

I due ministri hanno inoltre trattato il tema della cooperazione in materia di polizia e di migrazione e degli scambi commerciali tra la Svizzera e la Serbia. Anche se modesti gli scambi commerciali hanno tuttavia registrato un aumento soddisfacente del 30 per cento tra il 2002 e il 2007.

Relazioni tra la Svizzera e la Serbia
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/reps/eur/vsrb/bilser.html

Per maggiori informazioni:
Jean-Marc Crevoisier
Capo INFO-DFAE
079 763 84 10

jean-marc.crevoisier@eda.admin.ch


Informazioni supplementari:

Relazioni tra la Svizzera e la Serbia


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri