Consultazioni politiche tra la Nigeria e la Svizzera

Berna, Comunicato stampa, 20.02.2012

Il 20 febbraio 2012 il Segretario di Stato del DFAE Peter Maurer ha accolto a Berna una delegazione nigeriana, condotta dal suo omologo Martin Uhomoibhi, nel quadro delle consultazioni politiche tra i due Paesi avviate nel maggio 2010. L’incontro ad alto livello ha offerto l’occasione per discutere varie questioni bilaterali e multilaterali ed è stato seguito da incontri tecnici legati al partenariato in materia di migrazione e alle discussioni sui diritti dell’uomo.

Le due delegazioni, di cui i paesi intrattengono delle relazioni eccellenti, hanno affrontato questioni di comune interesse, quali il rafforzamento delle relazioni bilaterali, il commercio (la Nigeria è il secondo partner economico della Svizzera per ordine di importanza nell’Africa subsahariana) e gli investimenti bilaterali, la situazione a livello di sicurezza nella regione del Sahara/Sahel e temi di carattere multilaterale. Le preoccupazioni create dai recenti attentati terroristici in Nigeria e le sfide nel settore della sicurezza che investono l’intera regione sono state oggetto di uno scambio di vedute teso alla ricerca di soluzioni di portata regionale.

Le relazioni tra la Svizzera e la Nigeria in ambito migratorio sono oggetto di un memorandum  d’intesa sottoscritto nel febbraio 2011 a Berna dalla consigliera federale Simonetta Sommaruga, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia, e dall’ex ministro degli affari esteri nigeriano Henry Odein Ajumogobia. Il memorandum istituisce un accordo di partenariato tra i due Paesi nel campo della migrazione, il primo nel suo genere concluso tra la Svizzera e un Paese africano. Oggi le due delegazioni hanno continuato le discussioni intraprese nel quadro di questo partenariato, che instaura una cooperazione a lungo termine nell’interesse e a beneficio di ambo le parti. Il memorandum d’intesa copre in particolare la cooperazione per il potenziamento delle capacità dei servizi di immigrazione, la lotta contro la tratta di esseri umani, la cooperazione in materia di polizia, la promozione e la tutela dei diritti dell’uomo. Il partenariato prevede anche numerosi progetti consacrati alla formazione dei giovani nigeriani, alcuni dei quali saranno sviluppati con il coinvolgimento della diaspora in Svizzera. Le due delegazioni hanno entrambe sottolineato l’importanza che va attribuita al ritorno volontario, che deve avvenire in sicurezza e dignità. Nel 2011, l’80 per cento dei cittadini nigeriani che hanno dovuto lasciare la Svizzera è partito volontariamente e gran parte degli interessati ha potuto beneficiare di un programma di aiuto al ritorno.

Sul piano multilaterale, la Svizzera, che nel 2011 ha presieduto il Global Forum on Migration and Development, ha tenuto a sottolineare l’impegno profuso dalla Nigeria nel campo della migrazione sud-sud e si è detta compiaciuta di poter continuare la collaborazione con lo Stato africano anche nel 2012.

Accanto agli incontri tecnici sulle questioni migratorie, in Svizzera si svolge anche un secondo ciclo di consultazioni relativo ai diritti dell’uomo. Le due delegazioni hanno espresso la loro soddisfazione per l’esistenza di questo strumento, che consente ai due Paesi di approfondire in modo costruttivo e significativo la reciproca cooperazione nel campo dei diritti dell’uomo, anche sul piano multilaterale.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera - Nigeria


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri