Migliorano le condizioni di approvvigionamento idrico nelle Filippine grazie agli esperti svizzeri

Berna, Comunicato stampa, 06.01.2012

Hanno fatto rientro ieri in Svizzera i sei esperti dell'Aiuto umanitario della Confederazione, giunti poco prima di Natale nelle aree disastrate delle Filippine per aiutare le autorità locali a ripristinare l'approvvigionamento di acqua potabile nella città meridionale di Cagayan de Oro e in vari centri di evacuazione della regione.

I quattro esperti del settore idrico e i due logistici del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA) erano stati inviati dal DFAE il 21 dicembre e avevano raggiunto scaglionatamente l'area colpita per lenire le drammatiche conseguenze causate dal ciclone abbattutosi sul sud delle Filippine (vedi comunicato stampa dello scorso 22 dicembre). I sei esperti hanno contribuito innanzitutto a migliorare le condizioni di approvvigionamento dell'acqua potabile. 

Il loro intervento ha consentito tra l'altro di installare dodici serbatoi d'acqua nell'ospedale di Cagayan de Oro e nei centri di evacuazione aperti a Cagayan de Oro e Iligan. Gli esperti hanno lasciato sul posto un impianto per analizzare la qualità dell'acqua formandone all'uso i tecnici locali, hanno insegnato ai conducenti dei veicoli di approvvigionamento come clorare l'acqua e hanno fornito assistenza nella ricostruzione dei pozzi di alimentazione idrica. 

Del soccorso degli esperti svizzeri hanno beneficiato più di un mezzo milione di persone. Il ciclone «Washi» si era abbattuto sul sud delle Filippine nella notte tra il 16 e il 17 dicembre, causando oltre 1000 morti e costringendo altre migliaia di uomini, donne e bambini a lasciare le loro case per ricevere assistenza nei centri di evacuazione.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri