La presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey ha incontrato ad Ascona il ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle

Berna, Comunicato stampa, 06.08.2011

A margine del Festival del film di Locarno, la presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ha incontrato sabato 6 agosto il ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle. Durante i colloqui di Ascona i due politici hanno lodato i progressi compiuti in campo fiscale e, più in generale, le intense relazioni che intercorrono tra la Svizzera e la Germania.

La presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey ha espresso la sua soddisfazione riguardo a una possibile conclusione in tempi brevi delle trattative sull’accordo per l’applicazione di un’imposta liberatoria. «La piazza bancaria svizzera non ha alcun interesse per fondi non dichiarati». L’adozione di un’imposta liberatoria consente un’equa imposizione dei valori patrimoniali tedeschi senza l’obbligo di uno scambio automatico di informazioni, garantendo così il trattamento riservato dei dati dei clienti. 

Come già durante altri incontri avuti nel corso di quest’anno con il ministro degli esteri Westerwelle, la presidente della Confederazione Calmy-Rey ha ribadito che occorre assumere un atteggiamento costruttivo, oggettivo e risolutore anche per le altre questioni bilaterali ancora in sospeso, segnatamente la problematica delle emissioni foniche intorno all’aeroporto di Zurigo e il potenziamento della tratta della Valle del Reno quale via d’accesso alla NFTA.

«In entrambi i casi sono in gioco pure gli interessi della Germania», ha dichiarato il capo del DFAE, aggiungendo che l’aeroporto di Zurigo riveste un’importanza strategica anche per l’economia della Germania meridionale, mentre la NTFA è un progetto di rilevanza sovraregionale, se non addirittura europea, finalizzato ad aumentare le capacità di trasporto nord-sud.

I colloqui hanno poi toccato altri temi di carattere regionale e internazionale, come la situazione nel Sud Caucaso e nel Vicino Oriente, i movimenti di democratizzazione in atto nell’area mediterranea e nei Paesi del Golfo nonché la carestia che sta colpendo il Corno d’Africa.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera - Germania


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri