La Svizzera partecipa alla 4a Conferenza delle Nazioni Unite sui Paesi meno sviluppati

Berna, Comunicato stampa, 06.05.2011

Una delegazione di rappresentanti della Direzione dello sviluppo e della cooperazione DSC e della Segreteria di Stato dell'economia SECO, sotto la guida del direttore della DSC Martin Dahinden, rappresenterà la Svizzera alla Quarta Conferenza delle Nazioni Unite sui Paesi meno sviluppati del mondo che si svolgerà dal 9 al 13 maggio 2011 a Istanbul. Con la sua partecipazione, la Svizzera ribadisce il suo impegno in favore dei Paesi più poveri al mondo. Obiettivo della Conferenza: adottare un nuovo piano d'azione per i Paesi meno sviluppati.

Istituita nel 1981 e giunta ora alla sua quarta edizione, la Conferenza delle Nazioni Unite per i Paesi meno sviluppati del mondo (PMS; in inglese Least Developed Countries, LDC) riunirà alti dignatari politici provenienti da tutto il mondo per trovare soluzioni alle situazioni vigenti in questi Paesi. Per la prima volta prenderanno parte alla Conferenza, che si terrà a Istanbul dal 9 al 13 maggio prossimi, anche rappresentati dell'economia privata e della società civile. La Svizzera sarà rappresentata da una delegazione capeggiata dal direttore della DSC Martin Dahinden e composta da collaboratori della DSC e della SECO. Con la sua partecipazione, la Svizzera conferma il suo impegno a favore dei Paesi meno avanzati ed esprime al contempo la sua volontà di coinvolgere maggiormente gli attori privati nella cooperazione allo sviluppo.

Nel quadro della Conferenza e in collaborazione con organizzazioni delle Nazioni Unite specializzati in tale settore, la SECO lancerà un programma di sostegno per migliorare l'integrazione dei Paesi meno sviluppati nel commercio mondiale. La delegazione svizzera prenderà parte inoltre a vari eventi della UN-Global-Compact-Initiative, una piattaforma sostenuta dalla DSC cui partecipano imprese di varie nazioni dichiaratesi disposte a orientare le loro attività ai principi dei diritti dell'uomo, alle norme sul lavoro, alla protezione dell'ambiente e alla lotta contro la corruzione. 

Conformemente alla definizione delle Nazioni Unite, fanno parte dei Paesi meno sviluppati 48 Stati, di cui 33 del continente africano, 14 della regione pacifica dell'Asia e uno (Haiti) dell'area caraibica dell'America latina. Questi Paesi si distinguono non solo per la loro estrema povertà, ma anche per le lacune strutturali che presentano le loro risorse economiche, istituzionali e umane. Nel 2001, in occasione della terza Conferenza delle Nazioni Unite sui Paesi meno sviluppati tenutasi a Bruxelles è stato approvato un programma volto a ridurre la povertà e a combattere la fame. L'obiettivo della Conferenza di quest'anno, posta sotto la copresidenza di Joseph Deiss, è verificare i risultati a distanza di dieci anni e adottare un programma di azione per il prossimo decennio.


Informazioni supplementari:

Ulteriori informazioni (EN)
Interview with Georg Kell, Executive Director of the UN Global Compact (EN)


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri