Convegno di primavera 2011 di FMI e Banca mondiale

Berna, Comunicato stampa, 13.04.2011

La consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf in veste di capo della delegazione svizzera, il consigliere federale Johann Schneider-Ammann e Philipp Hildebrand, presidente della direzione generale della Banca nazionale svizzera parteciperanno al convegno congiunto di primavera del Fondo monetario internazionale (FMI) e del Gruppo della Banca mondiale che si terrà a Washington il 15 e 16 aprile 2011. I temi più importanti in discussione saranno la situazione dell’economia mondiale e il futuro ruolo del FMI nel Comitato monetario e finanziario internazionale (IMFC). In seno al Comitato di sviluppo si dibatterà principalmente sulla volatilità dei prezzi delle derrate alimentari, sulla riforma della Banca mondiale e sui progressi compiuti nell’adempimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio.

Nell'ambito della riunione del Comitato monetario e finanziario internazionale (IMFC), i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali discuteranno delle prospettive dell'economia mondiale. La ripresa mondiale dell'economia inizia a prendere piede. Tuttavia, nei Paesi industrializzati la disoccupazione rimane elevata e una serie di Paesi emergenti presenta rischi di surriscaldamento. Entro il 2011 il FMI si attende una crescita dell'economia mondiale di circa il 4,5 per cento, a cui i Paesi emergenti e in sviluppo contribuiscono con una crescita di circa il 6,5 per cento e i Paesi industrializzati con una del 2,5 per cento. L'IMFC richiede nuovamente dai suoi membri la necessità di una gestione sostenibile del bilancio e del debito e di un approccio più coerente alle riforme e agli aggiustamenti nel settore finanziario.

Il dibattito sul futuro ruolo del FMI sarà incentrato su varie misure per rafforzare il sistema finanziario e monetario internazionale, che vengono discusse anche nell'ambito dell'incontro dei ministri del G20 che si tiene a margine. I temi principali saranno le possibili misure per stabilizzare i flussi di capitale, le reti di sicurezza finanziaria globali, il ruolo dei diritti speciali di prelievo e il rafforzamento della vigilanza del FMI sul settore finanziario.

Il Comitato di sviluppo della Banca mondiale e del FMI si occuperà della volatilità dei prezzi delle derrate alimentari, delle riforme degli strumenti e del governo della Banca mondiale, dei progressi nell'adempimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio e del sostegno ai Paesi fragili da parte della Banca mondiale.


Indirizzo per domande:

Mario Tuor, capo della Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali,
+41 31 322 46 16, mario.tuor@sif.admin.ch

Raymund Furrer, capo del settore Cooperazione multilaterale, Segreteria di Stato dell’economia,
+41 31 324 08 19, raymund.furrer@seco.admin.ch

Olivier Chave, capo della sezione Sviluppo ONU,
Direzione dello sviluppo e della cooperazione,
+41 31 322 86 09, olivier.chave@deza.admin.ch


Editore

Il Consiglio federale
Dipartimento federale degli affari esteri
Dipartimento federale dell
Dipartimento federale delle finanze