La presidente della Confederazione Calmy-Rey trae un bilancio positivo dalla sua partecipazione al WEF 2011

Berna, Comunicato stampa, 28.01.2011

La presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ha approfittato della sua partecipazione all'incontro annuale del Forum Economico Mondiale (WEF) a Davos per intrattenere numerosi colloqui con capi di Stato e di governo e altre personalità di spicco del mondo politico ed economico. «Il WEF 2011 ha rappresentato una buona occasione per curare i rapporti bilaterali della Svizzera con partner importanti e discutere questioni relative alla sostenibilità globale», è il bilancio positivo tratto dalla presidente.

La presidente della Confederazione ha partecipato al Forum di Davos dal 26 al 28 gennaio 2011. Nel suo discorso di apertura, Micheline Calmy-Rey ha parlato dei rischi globali e dei problemi ad essi collegati, che è possibile superare soltanto mediante il dialogo e la cooperazione internazionale. 

Il WEF 2011 ha offerto ai membri del Consiglio federale numerose possibilità di condurre colloqui bilaterali, discussioni informali, incontri e dibattiti. A Davos, la presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey ha ricevuto varie personalità, tra cui: 

-     Werner Faymann, cancelliere della Repubblica d'Austria
-     Elbegdorj Tsakhia, presidente della Mongolia
-     Ilham Alijev, presidente dell'Azerbaigian
-     Ban Ki-Moon, segretario generale dell'ONU
-     Karim Massimow, primo ministro del Kazakstan
-     Ali Babacan, vice primo ministro della Turchia
-     Viktor Janukowitsch, presidente dell'Ucraina
-     Stefan Mappus, primo ministro del Baden-Württemberg
-     Susilo Bambang Yudhoyono, presidente dell'Indonesia
-     Antonio de Aguiar Patriota, ministro degli Esteri del Brasile
-     Louise Arbour, ex Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani
      e attuale presidente dell'International Crisis Group ICG
-     Bronislaw Komorowski, presidente della Polonia
-     Georgios Papandreou, primo ministro della Grecia

Dopo l'incontro con Juan Manuel Santos Calderón, presidente della Colombia, il capo del DFAE ha sottoscritto un accordo bilaterale sull'assistenza in materia penale.

Sempre nell'ambito del WEF 2011, la presidente della Confederazione ha partecipato anche a dibattiti sulla sostenibilità a livello globale. Su invito del segretario generale dell'ONU Ban Ki-Moon, dall'autunno 2010 Micheline Calmy-Rey è membro del Global Sustainability Panel, un organo composto da 20 personalità dei cinque continenti incaricato di formulare nuovi approcci per combattere la lotta alla povertà e promuovere la sostenibilità nel mondo.

Informazioni complementari:
Lars Knuchel, Capo Informazione DFAE, +41 79 277 55 60 


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri