Il Consiglio federale intende procedere in modo unitario e coordinato in materia di politica europea

Berna, Comunicato stampa, 26.01.2011

La Svizzera deve mantenere l’approccio bilaterale nelle proprie relazioni con l’UE e procedere in modo unitario e coordinato. È questo l’intento del Consiglio federale che con una nuova serie di Accordi settoriale, i Bilaterali III, auspica le maggiori possibilità di successo.

In occasione dell’odierna riunione, il Consiglio federale ha discusso vari aspetti della politica europea svizzera.

Il Consiglio federale ritiene che un approccio unitario e coordinato di tutti gli attuali dossier bilaterali possa offrire il maggiore successo. La presidente della Confederazione discuterà pertanto con i rappresentanti dell’Unione Europea le condizioni di un tale approccio.

Per eventuali altri negoziati con l’UE, il Consiglio federale è disposto a cercare soluzioni possibili alle questioni istituzionali ancora aperte.

La discussione è stata tenuta anche in vista del prossimo viaggio a Bruxelles della presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey l’8 febbraio 2011, nel quadro del quale terrà dei colloqui con Herman van Rompuy, presidente del Consiglio europeo, e José Manuel Barroso, presidente della Commissione europea.  

Contatti / Informazioni:
Tilman Renz, Informazione, Ufficio dell’integrazione DFAE/DFE,
tel. +41 (31) 322 26 40


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri
Dipartimento federale dell