Sudan: situazione politica e impegno della Svizzera

Berna, Comunicato stampa, 11.01.2011

La popolazione del Sud Sudan è chiamata questa settimana a esprimersi nel quadro di un referendum sull’indipendenza dal Nord o sulla permanenza nell’attuale Sudan. Parallelamente sono in corso trattative per definire le modalità di collaborazione, comune o indipendente, da applicare dopo il referendum.

Grazie al lavoro di mediazione della Svizzera e di altri attori, nel 2002 il Nord e il Sud Sudan avevano siglato sul Bürgenstock presso Lucerna un accordo di cessate il fuoco, che in seguito è servito da base per l’accordo di pace del 2005 (Comprehensive Peace Agreement, CPA) ponendo fine a 22 anni di guerra civile. Da allora, la Svizzera, nel quadro delle sue attività di promozione della pace, sostiene entrambe le controparti nei loro sforzi di giungere a una soluzione che porti una pace duratura in Sudan. Su richiesta delle due parti, la Svizzera fornisce ad esempio da alcuni mesi perizie tecniche per le trattative postreferendarie in corso. Sul sito Internet del DFAE figurano ulteriori informazioni sulla situazione politica del Sudan e l’impegno della Svizzera in questo Paese.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri