Visita ufficiale del presidente del Ghana Atta Mills a Berna

Berna, Comunicato stampa, 30.08.2010

La presidente della Confederazione Doris Leuthard, capo del Dipartimento federale dell’economia (DFE), ha accolto oggi il presidente del Ghana, John Evans Atta Mills, in visita ufficiale, nella residenza “Landgut Lohn” a Kehrsatz. Il presidente del Ghana era accompagnato dal ministro degli esteri, dai ministri del commercio e dell’industria, dell’informazione e un ministro di gabinetto. In occasione dell’incontro sono stati firmati un accordo sul traffico aereo di linea e un accordo relativo a un progetto inteso a promuovere il settore degli appalti pubblici sostenibili in Ghana.

Al centro dei colloqui vi sono stati l'apprezzamento delle relazioni bilaterali tra i due Paesi, le relazioni economiche e commerciali nonché la collaborazione nell'ambito della cooperazione allo sviluppo economico. Inoltre sono stati discussi temi di interesse regionale e multilaterale.

Immediatamente dopo i colloqui ufficiali è stato firmato, da un lato, un Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica del Ghana concernente il traffico aereo di linea; esso sostituisce l'Accordo del 1961, attualmente in vigore. D'altro lato il segretario di Stato Jean-Daniel Gerber, direttore della SECO, e il ministro degli esteri del Ghana Alhaji Muhammad Mumuni hanno firmato un accordo relativo a un progetto inteso a promuovere il settore degli appalti pubblici sostenibili in Ghana. Tale progetto, che prevede lo stanziamento di 2,7 milioni di dollari americani ed è finanziato nel quadro della cooperazione allo sviluppo economico dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO), mira all'introduzione dei principi della trasparenza, dell'obbligo di rendiconto e della sostenibilità nel settore degli appalti pubblici. Ciò dovrebbe permettere di garantire, in occasione dei bandi di concorso pubblici, il libero accesso alle informazioni a tutte le parti interessate.

Dal 2002 il Ghana è uno dei Paesi sui quali si concentrano le attività svizzere di cooperazione allo sviluppo economico. In tale ambito la Svizzera si concentra, mediante l'aiuto budgetario generale e il sostegno tecnico, sul miglioramento delle condizioni quadro macroeconomiche e sulla trasparenza delle finanze pubbliche, sullo sviluppo e sul potenziamento del settore finanziario, sulla promozione di condizioni quadro favorevoli agli scambi commerciali e sul miglioramento del clima degli investimenti nonché sul consolidamento delle condizioni quadro regolatrici nel settore delle infrastrutture e sul miglioramento dell'efficienza del settore energetico. Inoltre la Svizzera sostiene il «Kofi Annan International Peacekeeping and Training Centre» ad Accra, destinato alla formazione di partecipanti africani alle missioni di pace nell'Africa occidentale.


Indirizzo per domande:

Evelyn Kobelt, portavoce DFE, tel. +41 31 322 20 59, cellulare +41 79 301 71 72
Accordo sul traffico aereo di linea, Anton Kohler, UFAC, tel. +41 31 325 83 70
Accordo relativo al progetto: Hans-Peter Egler, SECO, tel. +41 31 324 08 13


Editore

Dipartimento federale dell
Dipartimento federale degli affari esteri