La Svizzera consegna alla Germania la documentazione sui fondi della RDT

Berna, Comunicato stampa, 15.07.2010

Il Dipartimento federale degli affari esteri DFAE ha consegnato ieri all’ambasciata tedesca a Berna una serie di documenti bancari con informazioni su eventuali averi di partiti e organizzazioni dell’ex RDT sottratti illecitamente. Il Consiglio federale aveva deciso di procedere in questo senso nel quadro della sua riunione del 30 giugno 2010. La Germania aveva chiesto alla Svizzera di individuare flussi di denaro illegali prima e dopo la caduta del Muro. I conti trovati erano già stati annullati e saldati diversi anni or sono, e non contenevano più averi.

I partiti e gli enti statali dell’ex Repubblica Democratica Tedesca (RDT) si avvalevano di società all’estero, secondo indagini tedesche anche in Svizzera, per concludere affari legali e per il finanziamento di attività illegali. Non riuscendo a risalire a tutti questi flussi di denaro, nel 2003 le autorità tedesche hanno chiesto la collaborazione della Svizzera che, nel quadro dell’assistenza giudiziaria, in alcuni casi ha fornito le informazioni desiderate. In altri, invece, le prove non erano sufficienti per aprire una procedura d’assistenza giudiziaria. 

Nell’ottobre 2007, il Consiglio federale ha deciso di accogliere una richiesta della Cancelliera Angela Merkel e ha avviato un’inchiesta in quattordici istituti bancari, che sono stati invitati a svolgere ricerche di coordinate bancarie e transazioni riconducibili a persone sospettate di attività illecite. La Commissione federale delle banche (oggi FINMA) era responsabile dei lavori. 

Le indagini si sono rivelate complicate, in quanto i conti, le liquidazioni e le transazioni discutibili risalivano a molto tempo addietro. In molti casi, il periodo di conservazione dei documenti bancari era per di più scaduto. In totale, otto banche su quattordici hanno notificato 56 relazioni commerciali.  

La documentazione consegnata ieri a Berna può essere impiegata come prova in un procedimento giudiziario se la Svizzera dà il suo assenso per il tramite dell’assistenza giudiziaria. 

Con la consegna dei documenti, la Svizzera fornisce un sostegno al chiarimento di aspetti finanziari delle fasi finali della RDT.


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri