Contributo all’allargamento: Il Consiglio federale approva accordi quadro bilaterali con la Romania e la Bulgaria

Berna, Comunicato stampa, 23.06.2010

Nella seduta del 23 giugno 2010, il Consiglio federale ha approvato gli accordi quadro bilaterali con la Romania e la Bulgaria e ha deciso di firmarli. Gli accordi disciplinano il contenuto e l’attuazione del contributo svizzero all’allargamento destinato ai due Paesi. Si prevede che i primi progetti potranno essere scelti e realizzati a partire dalla fine del 2010.

Con l’approvazione da parte del Consiglio federale degli accordi quadro bilaterali con i nuovi Stati membri dell’UE Romania e Bulgaria, si è conclusa la procedura preparatoria volta ad attuare il contributo all’allargamento destinato ai due Paesi. In Romania saranno finanziati programmi e progetti per un importo di 181 milioni di franchi, mentre la Bulgaria sarà sostenuta con un importo di 76 milioni. 

Gli accordi quadro bilaterali stabiliscono i principi della cooperazione e definiscono gli ambiti d’attività e lo svolgimento. La Svizzera si attiverà laddove i Paesi partner presentano un fabbisogno di recupero maggiore e nei settori in cui essa può offrire un sostegno competitivo (p. es. per quanto concerne le conoscenze specifiche qualificate). È il caso dei settori sicurezza e sostegno alle riforme, sostegno alla società civile, integrazione delle minoranze, ambiente e infrastrutture, promozione del settore privato, ricerca e formazione, nonché sostegno a partenariati istituzionali. 

Con il contributo all’allargamento, la Svizzera partecipa alla riduzione delle disparità economiche e sociali presenti nell’UE allargata. Dal 2007, la Svizzera finanzia progetti e programmi per un miliardo di franchi in favore dei dieci Paesi che nel maggio del 2004 hanno aderito all’UE. La Bulgaria e la Romania, entrati nell’UE nel 2007, beneficiano di ulteriori 257 milioni di franchi. La legge federale sulla cooperazione con gli Stati dell’Europa dell’Est, accettata dal popolo svizzero il 26 novembre 2006, costituisce la base legale del contributo all’allargamento. Su questa base, il Parlamento ha approvato il credito quadro rispettivo. Nell’ambito delle sue competenze, il Consiglio federale concluderà gli accordi quadro bilaterali volti a disciplinare la cooperazione con i Paesi partner. 

Per ulteriori informazioni: 

Hubert Eisele, Capo supplente Settore di direzione Cooperazione con l'Europa dell'Est , tel. +41 31 322 44 03, hubert.eisele@deza.admin.ch 

Segreteria di Stato dell’economia SECO
Franziska Keller, Capo supplente del settore contributo all’allargamento/coesione, Tel. +41 31 325 52 12, franziska.keller@seco.admin.ch


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri
Dipartimento federale dell