Visita ufficiale di Nika Gilauri, primo ministro della Georgia

Berna, Comunicato stampa, 15.06.2010

La presidente della Confederazione Doris Leuthard, responsabile del Dipartimento federale dell'economia (DFE), e la consigliera federale Micheline Calmy-Rey, responsabile del Dipartimento degli affari esteri (DFAE), hanno ricevuto oggi a Berna il primo ministro della Georgia, Nika Gilauri. Al centro dei colloqui vi erano le relazioni bilaterali e altre questioni internazionali, fra cui la situazione nel Caucaso meridionale. L'incontro con la presidente della Confederazione si è concluso con la firma di una convenzione contro la doppia imposizione.

In occasione della sua visita ufficiale in Svizzera, il primo ministro georgiano Nika Gilauri è stato ricevuto il 15 giugno nella residenza von Wattenwyl a Berna dalla presidente della Confederazione Doris Leuthard. Questo incontro ha permesso di discutere in particolare della situazione economica e delle ricadute della crisi finanziaria per la Georgia e la Svizzera, nonché delle loro relazioni bilaterali. A conclusione dell'incontro, le due parti hanno firmato una convenzione per evitare la doppia imposizione.

Durante il pranzo di lavoro offerto dal capo del Dipartimento federale degli affari esteri, Micheline Calmy-Rey, sono state affrontate in particolare tematiche legate alla cooperazione tecnica svizzera in Georgia, alla situazione di questo Paese e del Caucaso meridionale, nonché alla rappresentanza degli interessi georgiani in Russia dal marzo del 2009.

Paese del Caucaso meridionale, la Georgia rappresenta un partner importante per la Svizzera. Dal profilo economico, questo Paese sta attraversando una fase di rapido sviluppo, attento nel contempo ad accentuare la propria presenza sulla scena internazionale. La Georgia riveste un ruolo importante in quanto territorio di transito di risorse energetiche provenienti dall'Azerbaigian e dall'Asia centrale.


Informazioni supplementari:

Per maggiori informazioni:
La Svizzera e la Georgia firmano una Convenzione per evitare le doppie imposizioni


Editore

Dipartimento federale dell
Dipartimento federale degli affari esteri