La Svizzera chiede un piano d’azione a favore del disarmo nucleare

Berna, Comunicato stampa, 04.05.2010

La Svizzera esorta gli Stati firmatari del Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) a elaborare un piano d’azione per il disarmo nucleare, volto a disconoscere alle armi nucleari lo status di legittimi sistemi d’arma.

In occasione dell’ottava Conferenza d’esame del Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) a Nuova York, la consigliera federale Micheline Calmy-Rey, capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), ha lanciato l’appello di prendere sul serio le disposizioni del Trattato sul disarmo nucleare. “Il TNP è giunto a un bivio” ha dichiarato Micheline Calmy-Rey. La visione di un mondo privo di armi nucleari e al contempo capace di sfruttare l’energia nucleare in modo responsabile sarebbe nella sfera del possibile.

Nel suo discorso, il capo del DFAE ha posto l'accento sul disarmo nucleare, il “pilastro negletto” del TNP. Ha affermato che le armi nucleari sono immorali e inutilizzabili e il loro impiego in contraddizione con il diritto internazionale umanitario. I recenti sforzi a favore del disarmo hanno dato soltanto risultati discreti e andrebbero pertanto rafforzati.  

La consigliera federale ha inoltre chiesto alla Conferenza d’esame di elaborare un piano d’azione per la realizzazione “concreta, progressiva e pragmatica” del principio del disarmo sancito dal Trattato. Secondo la consigliera federale sarebbe inoltre giunta l’ora di riflettere sulla legittimità di base dell’utilizzo di armi nucleari. “La Svizzera pone l’aspetto umanitario al centro dell’attuale discussione sul disarmo nucleare” ha dichiarato. Il capo del DFAE ha sostenuto inoltre la proposta del Segretario generale dell’ONU Ban ki-Moon di vietare le armi nucleari con una nuova convenzione.

Per quanto concerne la proliferazione nucleare, il capo del DFAE si attende dalla Conferenza un sostegno per i lavori dell’Agenzia internazionale dell’energia nucleare IAEA. La Conferenza deve adoperarsi affinché il sistema di garanzia dell’Agenzia venga maggiormente accettato e messo meno in discussione.  

Il capo del Dipartimento ha sottolineato infine la sfida a cui si trova confrontata la comunità internazionale, tenuto conto delle pretese di numerosi Paesi di un utilizzo pacifico dell’energia atomica da un lato e dei rischi legati alla proliferazione nucleare dall’altro.  

L’ottava Conferenza d’esame TNP ha luogo a Nuova York dal 3 al 28 maggio 2010. 


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri