Incontro di esperti sulla restituzione ai paesi di provenienza dei fondi di potentati

Berna, Comunicato stampa, 30.04.2010

Una quarantina di esperti governativi di 25 paesi si sono incontrati dal 28.-30.04.2010 a Losanna per dibattere sulla restituzione ai paesi di provenienza dei fondi illeciti di potentati. Il seminario è stato organizzato dalla Svizzera e dall’iniziativa per il recupero di fondi illecitamente sottratti StAR (Stolen Asset Recovery Initiative) promossa congiuntamente dalla Banca mondiale e dall’ONU. La StAR intende pubblicare in uno studio i risultati scaturiti dal convegno.

La Svizzera riveste un ruolo di primo piano nella restituzione dei fondi illecitamente sottratti da potentati. Finora, ha rimborsato circa CHF 1,7 mia. a diversi paesi. L’incontro losannese, giunto alla quinta edizione, è parte del “processo di Losanna” lanciato nel 2001, che intende promuovere lo scambio tra gli stati colpiti dalla corruzione e quelli le cui piazze finanziarie sono abusate come destinatarie dei fondi illegali. 

Gli esperti hanno individuato gli ostacoli concreti che si frappongono al sequestro e alla restituzione dei fondi illegali e hanno formulato una serie di proposte pratiche sulla scorta di casi concreti, com’era già avvenuto nei precedenti incontri. Le soluzioni discusse possono servire da base per gli eventuali adeguamenti delle legislazioni nazionali e fornire utili suggerimenti in sede di applicazione della Convenzione dell’ONU contro la corruzione (UNCAC).

Il seminario di quest’anno è stato organizzato per la prima volta con la StAR, iniziativa promossa nel 2007 dalla Banca mondiale e dall'Ufficio dell'ONU contro la droga e il crimine (UNODC).

Per maggiori informazioni:
DFAE, Direzione del diritto internazionale pubblico
Valentin Zellweger +41 31 323 07 25 


Informazioni supplementari:

Fondi illeciti


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri