Aiuto pubblico allo sviluppo da parte della Svizzera nel 2009

Berna, Comunicato stampa, 31.03.2010

Nel 2009, la Svizzera ha devoluto a favore dell'aiuto pubblico allo sviluppo (APS) un importo pari a 2499 milioni di franchi, vale a dire lo 0,47 per cento del reddito nazionale lordo. Nel 2008 la percentuale era stata invece dello 0,44 per cento.

L’incremento dell’11,9 per cento (265 milioni di franchi) rispetto al 2008 è riconducibile, in particolare, alle misure intraprese per la cancellazione dei debiti del Togo e della Repubblica del Congo, nonché al forte aumento delle spese per i richiedenti l’asilo provenienti dai Paesi in via di sviluppo.  

In virtù delle direttive sancite dal Comitato di sviluppo dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), è stato possibile computare all'aiuto pubblico allo sviluppo i costi per i richiedenti l’asilo che provengono dai Paesi in via di sviluppo e trascorrono il primo anno di soggiorno nel nostro Paese. Nel 2009, i costi per i richiedenti l’asilo corrispondevano complessivamente al 15 per cento dell'aiuto pubblico allo sviluppo.  

Concluso l’incontro di alto rango che si terrà il 14 e il 15 aprile 2010, il Comitato di sviluppo dell’OCSE pubblicherà le informazioni statistiche relative a tutti gli Stati membri, nonché le cifre di paragone internazionali. Nel 2008, la Svizzera si collocava al centro della classifica dei Paesi donatori. 

Quest’estate, nell’ambito del rapporto annuale della cooperazione internazionale della Svizzera, il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e il Dipartimento federale dell’economia (DFE) forniranno maggiori e più dettagliati ragguagli in merito all’impiego degli aiuti.

Per ulteriori informazioni:
Informazione DFAE, +41 31 322 31 53
 


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri