Contributo al finanziamento della seconda tappa del progetto immobiliare dell’OMC

Berna, Comunicato stampa, 29.05.2009

Il Consiglio federale ha adottato e licenziato all’attenzione del Parlamento il messaggio concernente la concessione di un mutuo di 20 milioni di franchi alla Fondazione per gli immobili delle organizzazioni internazionali (FIPOI). Oggetto del messaggio è il finanziamento dell’ampliamento interno dell’edificio che a Ginevra ospita la sede dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC).

Il progetto prevede l’ampliamento intra-muros dell’edificio “Centre William Rappard” (CWR) in cui ha sede l’OMC. L’obiettivo è migliorare lo sfruttamento degli spazi ristrutturando i due cortili interni senza aumentare la superficie al suolo e senza modificare la facciata. Il cortile interno dell’ala nord ospiterà un padiglione coperto a destinazione polivalente. Nel cortile dell’ala sud verrà costruito, al livello del piano interrato, un centro conferenze moderno e liberalmente modulabile in grado di ospitare fino a 400 persone. L’ampliamento intra-muros costituisce la seconda delle tre tappe in cui si suddivide il progetto immobiliare dell’OMC avviato a fine 2008.  

Il 1° agosto 2008 la Svizzera e l’Organizzazione mondiale del commercio hanno concluso un accordo che prevede la ristrutturazione, l’ampliamento interno e l’estensione della sede dell’OMC (Centre William Rappard) in tre tappe. Il progetto consentirà all’Organizzazione di riunire tutte le attività sotto un unico tetto (cosiddetto «site unique») e di far fronte a lungo termine alla crescita del proprio organico. 

I lavori della seconda tappa del progetto (ampliamento) sono strettamente connessi a quelli della prima (ristrutturazione) per i quali le Camere federali hanno già concesso, nell’autunno scorso, un contributo a fondo perso di 45 milioni di franchi. La realizzazione di nuovi locali di riunione nell’ala sud e di un vasto padiglione polivalente nel cortile dell’ala nord consentirà di aumentare il numero degli uffici nel resto dell’edificio grazie alla riconversione di locali fin qui utilizzati per altri scopi. 

Il progetto sarà finanziato nell’ambito della politica elvetica di Stato ospite grazie alla concessione alla FIPOI di un mutuo della Confederazione senza interessi e rimborsabile in 50 anni. La conclusione dei lavori di costruzione per l’ampliamento intra-muros è prevista per la metà del 2012. 

Per la terza tappa del progetto di «site-unique» (estensione del CWR mediante la costruzione di un nuovo annesso) verrà presentato a tempo debito un messaggio separato. L’avvio dei lavori per la costruzione del nuovo edificio è fissato per l’inizio del 2011. 

Per ulteriori informazioni:
Informazione DFAE, tel. +41 31 322 31 53


Indirizzo per domande:

Servizio stampa e informazione
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: (+41) 031 322 31 53
Fax: (+41) 031 324 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri