Swissmedic negozierà con l’EMEA

Berna, Comunicato stampa, 27.11.2009

Su proposta del Dipartimento federale dell’interno (DFI), del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e del Dipartimento federale dell’economia (DFE), il Consiglio federale ha impartito all’Istituto svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic un mandato negoziale per concludere una convenzione che permetta lo scambio di informazioni con l’Agenzia europea per i medicinali EMEA. Una convenzione permetterebbe a Swissmedic di riferirsi maggiormente alle decisioni della sua omologa europea.

Negli ultimi anni il DFI ha concluso, a nome del Consiglio federale, convenzioni sullo scambio di informazioni tra Swissmedic e i suoi partner internazionali di Stati Uniti, Canada, Australia, Singapore e Nuova Zelanda. Già da qualche tempo si sta parlando di una simile convenzione anche con l’EMEA.

Swissmedic avvierà tempestivamente i primi lavori in stretta intesa con l’Ufficio dell’integrazione DFAE/DFE, la Direzione del diritto internazionale pubblico e la Missione svizzera a Bruxelles per concludere al più presto le negoziazioni.

La convenzione deve permettere a Swissmedic di riferirsi maggiormente alle decisioni dell’EMEA dopo la valutazione scientifica delle domande europee di omologazione dei medicamenti. A tal fine, Swissmedic si basa sull’articolo 13 della legge sugli agenti terapeutici, secondo il quale devono essere considerate le decisioni prese da altre autorità di controllo dei medicamenti riconosciute.


Indirizzo per domande:

Jean-Marc Crevoisier, responsabile della comunicazione DFI, tel 031 322 80 16

Joachim Gross, responsabile della comunicazione Swissmedic, tel 031 322 02 76


Editore

Dipartimento federale dell
Dipartimento federale degli affari esteri