Prevenzione delle catastrofi, aiuto d’emergenza, ricostruzione e protezione

 Persone raccolgono l'acqua proveniente da una cisterna nel Sudan del Sud
Nel Sudan del Sud l'Aiuto umanitario ha costruito vari punti di approvvigionamento idrico per permettere alle comunità locali di accedere all'acqua potabile. © DSC

La prevenzione delle catastrofi, l’aiuto d’emergenza e la ricostruzione sono i tre campi di intervento dell’Aiuto umanitario della DSC. Questi tre ambiti corrispondono rispettivamente all’impegno prima, durante e dopo le crisi, i conflitti armati e le catastrofi.

Con prevenzione si intendono tutte le misure prese per proteggere la popolazione e le infrastrutture. La prevenzione dei pericoli e la riduzione della vulnerabilità contribuiscono allo sviluppo sostenibile e vengono perseguite in tutti i progetti e i programmi della DSC. Il primo compito dell’aiuto d’emergenza è salvare vite umane e alleviare le sofferenze delle vittime nei momenti più acuti di una crisi. Due terzi dei fondi dell’Aiuto umanitario della DSC sono destinati a questi interventi. Passata l’emergenza e quando la situazione si è ormai stabilizzata possono iniziare i lavori di ricostruzione e ripristino. In caso di conflitti che perdurano nel tempo, l’impegno su questi tre fronti può essere simultaneo. 

La protezione delle popolazioni rappresenta una delle quattro priorità tematiche dell’Aiuto umanitario della DSC insieme agli ambiti riduzione dei rischi di catastrofi, acqua potabile, igiene e servizi igienico-sanitari, violenza sessuale e di genere.

Prevenzione delle catastrofi

I disastri naturali colpiscono indistintamente i Paesi ricchi e quelli poveri, ma le loro ripercussioni variano a seconda del livello di sviluppo del Paese colpito.

Aiuto immediato e aiuto d'urgenza

L'aiuto d'urgenza della Confederazione, con gli esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario (CSA), viene impiegato in tutto il mondo in situazioni di crisi, conflitti e catastrofi.

Ricostruzione e riabilitazione

I programmi di ricostruzione e riabilitazione sono volti in generale a ristabilire condizioni di vita normali delle popolazioni colpite, aiutando queste ultime a superare i traumi delle guerre e delle calamità naturali e a migliorare a lungo termine la situazione abitativa, le infrastrutture e i redditi.

Protezione

I conflitti armati e le catastrofi naturali espongono i sopravvissuti a rischi di violenza fisica o psichica.

Progetti attuali

Oggetto 1 – 12 di 26

Libano: istruzione e sanità in un quartiere in cui coabitano libanesi, siriani e palestinesi

Foto dell’interno di una classe con un’insegnante in piedi mentre mostra un libro a un gruppo di bambine e bambini.

01.08.2016 - 31.12.2019

Gli abitanti del quartiere di Hay el Gharbé nella zona sud di Beirut vivono in situazioni molto precarie. Dal 2012 nella zona sono arrivati anche molti profughi siriani. La DSC sostiene Tahaddi, una ONG libanese, il cui lavoro fa veramente la differenza per le persone che risiedono in questa periferia della città. Il suo centro educativo per esempio ha permesso a molte bambine e molti bambini di riprendere la scuola e di uscire dalla miseria. 

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Libano
Istruzione
Sanità
Primary education
Assistenza sanitaria primaria
Servizi medici
ISTRUZIONE
SALUTE
SALUTE
Istruzione primaria
Infrastruttura per i servizi sanitari di base
Servizi medici

01.08.2016 - 31.12.2019


CHF 774'000



Ristrutturazione di edifici scolastici nel Nord del Libano

Le scuole ristrutturate permettono agli allievi libanesi e siriani di seguire le lezioni nelle migliori condizioni. © DSC

16.11.2015 - 30.11.2019

Dopo aver terminato la ristrutturazione delle prime 28 scuole nel Nord del Libano, la DSC comincia ora i lavori in altri 24 edifici scolastici della stessa regione. I cantieri, portati avanti in collaborazione con le autorità libanesi, permettono di far fronte all’arrivo in massa di figli di profughi siriani.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Libano
Istruzione
Assistenza umanitaria & RRC
Altro
Primary education
Education facilities and training
Ricostruzione e riabilitazione (till 2016)
Sector not specified
ISTRUZIONE
ISTRUZIONE
RECONSTRUCTION RELIEF & REHABILITATION
OTHER MULTISECTOR
Unallocated Unspecified
Istruzione primaria
Education facilities and training
Aiuto alla ricostruzione e riabilitazione
Aiuto multisettoriale
Sectors not specified

16.11.2015 - 30.11.2019


CHF 3'690'000



Peru, Regional Hub Lima, Participation from Latin America - Carribean in Global DRR Platform - Geneva - May 13-17, 2019

01.03.2019 - 31.08.2019

From May 13 to 17, 2019, will be held in Geneva, the VI session of the Global Platform for Disaster Risk Reduction (DRR) and will be hosted by the Government of Switzerland. In addition, the session will be cochaired by Switzerland and UNISDR. The GPDRR 2019 represents an opportunity for DRR partners in Latin America and the Caribbean as an important step in the process of capitalizing and consolidating contributions on DRR as relevant inputs for the Sendai Framework.


DRR Backstopping services for Lima DRR Hub

01.03.2019 - 31.12.2020

It has been considered necessary and strategic for the Lima DRR and RR Hub to hire a backstopper in order to provide DRR technical assistance for specific actions in design, implementation and / or follow-up processes of Lima Hub. The backstopping activities will be aligned to the first two Programmatic Pillars of the DRR and RR Regional Concept for the Andean Region which are: Disaster Risk Reduction and Policy Dialogue.


Afghanistan: IOM Undocumented Afghan Returnees

15.02.2019 - 31.12.2022

In 2016, over a million Afghans who previously sought refuge in Pakistan and Iran returned to Afghanistan. Since the beginning of 2018, 700,056 undocumented Afghans have returned from both countries, due to diverse push factors including deteriorating protection space. The projecting for the year 2019 of undocumented Afghan returnees will be approx. 49,000 from Pakistan and 570,000 from Iran. The vast majority of them have lived outside of Afghanistan for decades, and are in dire need for humanitarian assistance, which they will receive through this project.


Contributions to OCHA Field Operations in 2019

01.01.2019 - 31.12.2019

OCHA’s mission is to coordinate the global emergency response, to save lives and protect people in humanitarian crises. OCHA advocates for effective and principled humanitarian action by all, for all, in partnership with national and international actors in order to alleviate human suffering in sudden-onset disasters and protracted crises. It is responsible for bringing together humanitarian actors to ensure a coherent and timely response to emergencies. Therefore, SDC seeks to provide support to OCHA field and regional offices in relevant humanitarian contexts, in line with SDC geographic and thematic priorities.


UNICEF - RRM

01.05.2018 - 28.02.2019

La DDC par son appui financier au mécanisme de réponse rapide (RRM) dirigé par UNICEF participe à un financement rapide qui aide la communauté humanitaire à répondre aux activités d'urgencepermettant d'améliorer les conditions de vie des personnes vulnérables aiguës affectées par un choc humanitaire et la préservation de leur sécurité et dignité. Le RRM maintien une capacité de veille humanitaire, d'évaluation et de réponse rapide aux besoins urgents identifiés en biens non alimentaires et en eau et assainissement. 


UNHCR Earmarked Contribution for Greece

01.01.2018 - 31.12.2019

In line with the Good Humanitarian Donorship (GHD) principles, Switzerland recognizes the necessity of predictable and flexible funding to respond to changing needs in humanitarian crises. SDC funding to UNHCR operations allows the UN Refugee Agency to respond proactively and to provide immediate protection and assistance to migrants in life-threatening situation after arrival in Greece, especially on the Aegean islands.


Sierra Leone Landslide: Contribution to IFRC Emergency Appeal

23.08.2017 - 24.08.2018

On the night of 13 August 2017, the city of Freetown in Sierra Leone and its outskirts experienced torrential rains and landslides. At least 400 people were killed following the collapse of a hillside. 600 people are still missing and 3’000 were displaced. Through this contribution, Switzerland will assist 9’600 victims and affected people in Freetown with emergency and recovery services to improve the condition of shelter, water sanitation and hygiene as well as health care.


Mercy Corps: Rapid responses to movements of populations through cash based programming

01.08.2017 - 08.06.2018

Eastern DRC has faced a crisis for over twenty years and humanitarian needs remain acute. A combination of persistent armed conflict, forced and prolonged displacements, epidemics poor governance and poor service delivery have fostered high vulnerability within the population. Providing multi-sectoral assistance will helpp address the diversity of needs in communities in crisis, especially those of displaced people. SDC's contribution to Mercy Corps (MC) is specifically earmarked to provide assistance through unconditional, multi-purpose cash transfers. 



Oggetto 1 – 12 di 26