Fondo per la popolazione – UNFPA

Le persone sono sedute nella sala d'attesa.
Con il suo impegno nel fondo di sviluppo multilaterale UNFPA la Svizzera può migliorare a livello mondiale l’accesso delle donne ai servizi di salute sessuale e riproduttiva. © UN Photo

Il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) è l’agenzia dell’ONU che si adopera per consolidare il diritto alla salute sessuale e riproduttiva della popolazione e per una pianificazione familiare completa. Il Fondo rileva anche dati demografici utili all’elaborazione di politiche e programmi per la lotta contro la povertà.

Nel 2017 sono morte giornalmente ancora circa 830 donne e ragazze in seguito a conseguenze evitabili della gravidanza e del parto e circa 214 milioni di donne non hanno accesso ai contraccettivi. La maggior parte di loro vive in Paesi in via di sviluppo.

Obiettivo dell’UNFPA è un mondo in cui ogni gravidanza sia desiderata e ogni parto sia privo di pericoli, un mondo  in cui ogni giovane possa sfruttare appieno le proprie potenzialità. Il Fondo è uno degli attori più importanti per l’attuazione del Programma d’azione della Conferenza internazionale su popolazione e sviluppo (International conference on population and development, ICPD) adottato al Cairo nel 1994 e al quale la Svizzera ha aderito. Questo programma d’azione attribuisce all’UNFPA il compito di tutelare i diritti umani, in particolare la salute sessuale e riproduttiva (compresa la pianificazione familiare) e i diritti riproduttivi di tutti, ma soprattutto di donne e adolescenti. L’UNFPA mette anche a disposizione dei Paesi dati demografici che servono loro per sviluppare politiche e programmi di lotta alla povertà. Nel suo operato il Fondo è guidato dall’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile e in particolare dall’obiettivo 3 – che sostiene l’importanza di garantire una vita sana e promuovere il benessere di tutti – e dall’obiettivo 5 – che punta al raggiungimento dell’uguaglianza di genere.

Contesto

Nel corso degli ultimi vent’anni sono stati fatti molti passi avanti nei campi in cui opera il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA). Tra il 1990 e il 2016 la mortalità materna è diminuita del 44% e il numero delle nuove infezioni da virus dell’HIV è sceso da 3,5 milioni nel 2000 a 2,1 milioni nel 2013. Nonostante questi risultati positivi a livello globale, le disuguaglianze e le disparità sono enormi sia tra diversi Paesi che all’interno dei confini di uno stesso Stato. Ogni giorno circa 830 donne muoiono per cause legate alla loro salute o a quella dei loro figli. Quasi tutti i decessi materni (99%) dovuti all’insufficiente qualità dell’assistenza durante il parto si registrano nei Paesi in via di sviluppo: più della metà nell’Africa subsahariana e uno su tre nell’Asia del Sud.

Obiettivi dell’UNFPA

Il piano strategico dell’UNFPA 2018-2021 conferma gli orientamenti dell’istituzione e punta ad ampliare ulteriormente i suoi interventi nel settore umanitario. Il piano si concentra sui quattro obiettivi seguenti:

  • Donne, adolescenti e giovani appartenenti ai gruppi più sfavoriti utilizzano i servizi di salute sessuale e riproduttiva di base ed esercitano i propri diritti in materia di riproduzione senza costrizioni, discriminazioni o violenza.

  • Giovani e adolescenti hanno la possibilità di tutelare la propria salute sessuale e riproduttiva e di esercitare i propri diritti in materia di riproduzione, indipendentemente dal contesto personale e sociale in cui vivono.

  • L’uguaglianza tra i sessi, l’autonomia di tutte le donne e di tutte le ragazze e i diritti in materia di riproduzione progrediscono nelle situazioni di crisi umanitarie e nelle aree in via di sviluppo.

  • Lo sviluppo sostenibile tiene conto di tutte le persone, ovunque vivano nel mondo, e si fonda su analisi dell’evoluzione delle popolazioni basate su dati concreti.

    Piano strategico dell’UNFPA 2018-2021

Risultati ottenuti

Nell’ambito del piano strategico 2014-2017 l’UNFPA ha ottenuto i risultati seguenti: 

  • Il numero di donne che grazie all’accesso ai contraccettivi può pianificare le proprie gravidanze è aumentato di 42 milioni (+6% dal 2014).

  • Tra il 2014 e il 2017 l’UNFPA ha formato 47'000 levatrici/ostetriche in 39 Paesi.

  • Tra il 2014 e il 2017 l’UNFPA ha distribuito più di 2,8 miliardi di anticoncezionali di alta qualità a uomini e donne.

  • Grazie a un programma congiunto dell’UNFPA e dell’UNICEF, tra il 2014 e il 2017 8963 Comuni hanno abbandonato la pratica della mutilazione dei genitali femminili.

  • In media, 10 milioni di adolescenti hanno beneficiato ogni anno di servizi integrati di salute sessuale e riproduttiva.

  • In media, più di 10 milioni di persone in situazioni di crisi umanitaria hanno beneficiato ogni anno di servizi di salute sessuale e riproduttiva. Nel 2017 questo numero è salito a 16 milioni.

    Piano strategico dell'UNFPA 2014-2017 

Impegno della Svizzera

Priorità della Svizzera

Le priorità e le attività operative dell’UNFPA sono coerenti con gli obiettivi strategici del messaggio concernente la cooperazione internazionale 2017-2020. L’UNFPA è uno dei partner più importanti della Svizzera per far fronte alle problematiche legate alla salute sessuale e riproduttiva e ai diritti riproduttivi.

Gli obiettivi della Svizzera per quanto riguarda la cooperazione con l’UNFPA sono i seguenti:

  • migliorare l’accesso a servizi di salute sessuale e riproduttiva e il loro utilizzo anche in un contesto di crisi umanitaria da parte di adolescenti e giovani;

  • introdurre e rafforzare un dispositivo di valutazione più solido e indipendente;

  • aumentare la coerenza del sistema delle Nazioni Unite e consolidare il processo di riforma grazie a una più stretta collaborazione tra le diverse agenzie dell’ONU;

  • contribuire alla qualità del lavoro dell’UNFPA.

    Messaggio concernente la cooperazione internazionale 2017-2020


Contributi della Svizzera

In ambiti culturalmente sensibili come la pianificazione familiare e la contraccezione, un’organizzazione internazionale gode di una maggiore accettazione rispetto a un singolo Paese donatore. Per questo motivo, per le questioni riguardanti la popolazione, la Svizzera lavora in primo luogo a livello multilaterale e sostiene l’UNFPA dal 1976.

La Svizzera finanzia l’UNFPA con un contributo di 48 milioni CHF per il periodo 2018-2020, ossia 16 milioni CHF all’anno. Partecipa inoltre al finanziamento degli interventi umanitari e delle attività di sviluppo dell’UNFPA a livello mondiale e nazionale.

In qualità di Stato membro e donatore strategico la Svizzera svolge un ruolo attivo nel monitoraggio e nella valutazione dell’efficacia operativa e finanziaria dell’UNFPA attraverso la partecipazione al consiglio di amministrazione dell’organizzazione. La Svizzera porta avanti un dialogo politico regolare con l’UNFPA a vari livelli per definirne i progressi e le sfide future.

Con il suo impegno nell’UNFPA la Svizzera contribuisce ad avere società stabili e un contesto internazionale sicuro. In quanto Paese fortemente globalizzato e interconnesso a livello economico, la Svizzera dipende da questa stabilità per poter mantenere la sua sicurezza e il suo benessere. L’UNFPA è un partner importante della Svizzera in termini di responsabilità internazionale e di obiettivi nell’ambito della salute e della parità di genere. Inoltre la Svizzera fa conoscere al Fondo dell’ONU gli interessi e gli obiettivi della strategia del DFAE per l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne nonché della politica estera della Svizzera in materia di salute e della politica sanitaria della DSC.

Strategia del DFAE per l’uguaglianza di genere e i diritti delle donne (PDF, 372.8 kB, Italiano)

Politica estera della Svizzera in materia di salute (PDF, 2.1 MB, Italiano)

Politica sanitaria della DSC (PDF, 1.4 MB, Tedesco)

Cooperazione internazionale: Una professione

40 cortometraggi ritraggono collaboratori d’organizzazioni delle Nazioni Unite a Ginevra. La lingua dei sottotitoli desiderata (de, fr, it, en) può essere selezionata sotto ogni video.