Benin

La cooperazione svizzera incoraggia gli attori privati e pubblici del Benin a sviluppare, riducendo la povertà, una nazione solidale basata sul progresso e la giustizia sociale. Il suo appoggio si estende ad ambiti come la governance locale, lo sviluppo economico rurale, l'educazione di base e la formazione professionale.

Cartina del Benin
DFAE

Il Benin possiede uno dei tassi di crescita demografica più elevati al mondo e un debole tasso di crescita economica. Il suo sottosuolo, povero di risorse, non gli consente di offrire servizi di quantità e di qualità alla popolazione. L'economia del Benin si basa sull'agricoltura, in particolare sul cotone e sul commercio legato al porto di Cotonou.

Malgrado i numerosi ostacoli al suo sviluppo, il Paese beneficia di una stabilità politica favorevole a una cooperazione duratura. La DSC accompagna i vari attori della società beniniana, sia privati sia pubblici, nelle loro strategie di riduzione della povertà, concentrando il proprio intervento nei dipartimenti di Borgou e di Alibori, nel nord-est del Paese.

Decentralizzazione e governance locale

Strutture che rispondono ai bisogni delle popolazioni

La DSC appoggia la decentralizzazione delle strutture statali auspicata dal Governo del Benin, il cui obiettivo è avvicinarsi ai cittadini per rispondere meglio ai loro bisogni migliorando la qualità dei servizi. Per realizzarlo, favorendo ad esempio:

  • la realizzazione di radio comunitarie per informare la popolazione,
  • l'organizzazione di sedute pubbliche organizzate dagli eletti all'attenzione dei cittadini,
  • il sostegno del trasferimento delle risorse finanziarie dal livello centrale dello Stato ai comuni,

la DSC poggia sulle amministrazioni locali e sulle organizzazioni della società civile.

Riforme economiche e dello Stato

Sviluppo economico rurale

Creare impieghi che generano redditi

La cooperazione svizzera auspica che le aziende agricole familiari aumentino la propria produzione per potenziare la sicurezza alimentare del Paese e favorire l'emergere di altri settori di attività che creino impieghi in ambito rurale. A questo scopo sostiene le modernizzazioni delle aziende agricole familiari e collabora con le organizzazioni dei contadini, favorendo per esempio:

  • l'esonero da formazione negli ambiti tecnici e di gestione;
  • lo sviluppo dell'imprenditorialità legata alle attività agricole e commerciali;
  • la creazione di infrastrutture economiche rurali redditizie.

Educazione di base e formazione professionale

Offrire alternative agli esclusi dal sistema scolastico

La DSC si batte per un'educazione inclusiva che offra un'opportunità a tutti e consenta a bambini, giovani e adulti senza formazione scolastica o con una formazione insufficiente di acquisire competenze grazie alle quali non soltanto sarà possibile ottenere un impiego redditizio, ma anche esercitare la propria cittadinanza.

In questo contesto, il sostegno della DSC concerne per esempio:

  • l'esonero da programmi di alfabetizzazione;
  • la diffusione di giornali nelle lingue locali per facilitare l'alfabetizzazione;l'elaborazione di formazioni professionali adattate al contesto rurale.

Istruzione di base e formazione professionale

Storia della cooperazione

Da 30 anni a favore della popolazione del Benin

La cooperazione svizzera ha avuto inizio in Benin con una serie di accordi bilaterali, di cui uno sulla cooperazione tecnica firmato nel 1981. La Svizzera ha aperto in seguito un Ufficio di cooperazione a Cotonou nel 1983. A partire dal 1994, la DSC ha sviluppato un sistema di supporto alle organizzazioni della società civile.

La DSC è stata attiva anche in ambito sanitario, settore da cui si è ritirata nel 2007. Fino al 2009, inoltre, la SECO ha fornito aiuto finanziario per coordinare i donatori e spingere lo Stato a migliorare i circuiti delle spese pubbliche.

Progetti attuali

Oggetto 13 – 15 di 15

Contribution au Programme d’Education du LARES

01.04.2014 - 31.12.2020

La contribution au Programme d’Education du LARES (ex-RECADEL) est un outil d’amélioration de la réussite éducative des filles et des jeunes femmes qui favorise leur insertion socio-professionnelle. Il vise à influencer les politiques et pratiques éducatives au Bénin. En effet, l’équité dans l’accès à l’éducation de base et à la formation professionnelle des jeunes femmes et leur maintien dans le système, notamment dans le département du Borgou, ne sont pas toujours assurés par l’Etat. 


Programme Redevabilité

01.04.2014 - 31.12.2020

Le Programme Redevabilité vise à créer un environnement où les organisations de la société civile, les citoyens et les médias interagissent avec les pouvoirs publics pour offrir de meilleurs services de base aux populations. Son approche consiste à renforcer à la fois la demande et l’offre de la redevabilité au niveau local et national dans une démarche de complémentarité avec les programmes DDC et les initiatives des autres partenaires techniques et financiers.


Global Water Security and Sanitation Partnership (GWSP) - Phase II

01.11.2019 - 30.06.2023

The GWSP is a leading global "think tank" of the World Bank to address the water and sanitation challenge in an integrated manner, as set out in the Sustainable Development Goals. GWSP advances innovative global knowledge production and exchange as well as builds capacity through country-level support across regions.

Oggetto 13 – 15 di 15