Bangladesh

Meno povertà, più partecipazione: in Bangladesh la Svizzera si impegna a facilitare l’accesso della popolazione alle risorse e ai servizi e a favorire i contatti con i decisori politici. Lo sviluppo economico nelle regioni rurali, insieme a una maggiore efficienza dei governi locali, contribuiscono a ridurre la povertà. Per accrescere la sostenibilità la Svizzera promuove inoltre una stretta collaborazione con il settore privato.

Cartina del Bangladesh
© DFAE

Il Bangladesh ha compiuto grandi progressi nella riduzione della povertà e figura oggi tra i Paesi a reddito medio. Tuttavia il Paese, che presenta una densità di popolazione molto elevata, continua a essere segnato da marcate disuguaglianze sociali e da un’alta percentuale di indigenti, specialmente nelle aree urbane. Anche la scarsità di risorse e le ripercussioni del cambiamento climatico sono problemi all’ordine del giorno in Bangladesh. La migrazione economica è l’alternativa benvenuta a un mercato del lavoro già saturo.

La cooperazione svizzera allo sviluppo si prefigge di migliorare le condizioni di vita dei gruppi di popolazione poveri e svantaggiati. Nel quadro della strategia di cooperazione 2018-2021, la Svizzera concentra il proprio impegno sullo sviluppo economico, sull’aumento dell’efficienza dei governi locali e sul miglioramento della tutela dei migranti economici. In questo contesto, svolgono un ruolo importante alcuni aspetti relativi al buongoverno e ai diritti umani. Inoltre, garantendo un maggiore coinvolgimento diretto dei gruppi della popolazione svantaggiati, ci si prefigge di aumentare la giustizia sociale.

Crisi di profughi provenienti dal Myanmar

Il Bangladesh ospita attualmente oltre 900’000 persone sfuggite alle violenze nel vicino Myanmar per trovare rifugio nella regione frontaliera di Cox’s Bazar. Hanno abbandonato tutto e non hanno di che vivere, e numerosi bambini hanno perso i genitori.

Alla luce dell’enormità della crisi, la Svizzera ha stanziato 30 milioni CHF in seguito all’inasprimento delle violenze nel 2017. L’impegno umanitario ha permesso di ridare ai profughi l’accesso all’acqua potabile, ai generi alimentari e alle infrastrutture igienico-sanitarie. È inoltre servito a costruire alloggi per ospitare l’ingente numero di persone in fuga. L’Aiuto umanitario della DSC ha fornito anche materiale per effettuare diagnosi e attrezzature per incrementare le capacità di accoglienza dei tre ospedali della regione di Cox’s Bazar. Esperti del Corpo svizzero di aiuto umanitario si trovano nella zona per dare manforte alle agenzie dell’ONU. Oltre agli aiuti d’emergenza, la DSC promuove le attività di sviluppo sul medio termine per sostenere le comunità di accoglienza.

Sull’altro lato della frontiera, la DSC continua a portare avanti interventi umanitari per le persone colpite dal conflitto nello stato di Rakhine, in Myanmar, sebbene l’accesso sia limitato.

Buongoverno democratico

Una maggiore partecipazione per avvicinare le autorità ai cittadini

I progetti svizzeri nel campo del buongoverno locale promuovono la partecipazione politica della popolazione locale e sostengono le strutture amministrative locali nell’erogazione di servizi fondamentali. Il loro obiettivo è migliorare l’interazione tra cittadini, governi locali e fornitori di servizi. Inoltre, tramite progetti nell’ambito dei diritti umani, la DSC concorre a dar voce alle persone svantaggiate. Più partecipazione dei cittadini e un maggior dovere di rendere conto del proprio operato da parte delle istituzioni statali sono presupposti fondamentali per lo sviluppo economico e la stabilità sociale del Bangladesh.

Riforme economiche e dello Stato

Sviluppo economico

Migliori opportunità di mercato e più reddito

Grazie al sostegno della Svizzera gli operatori economici sono interconnessi in modo più efficace. Un accesso più agevolato al mercato incrementa il reddito di fornitori di servizi e produttori poveri, aprendo inoltre altre possibilità economiche. Con i suoi progetti, la DSC sostiene la popolazione rurale, ad esempio nei settori della trasformazione del latte, della pesca e dell’allevamento di granchi. In parallelo si adopera a favore di una più equa suddivisione dei ruoli tra uomini e donne. In stretta collaborazione con il settore privato, i programmi di formazione professionale aiutano soprattutto i giovani a trovare un impiego o a svolgere un’attività più qualificante, ad esempio nel settore tessile. Attraverso la promozione di imprese sociali e società assicurative la Svizzera intende coinvolgere maggiormente il settore privato nella lotta contro la povertà.

A livello nazionale la Svizzera si impegna nella promozione della responsabilità sociale delle imprese (Corporate Social Responsibility). La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) si adopera per il miglioramento delle condizioni di lavoro, specialmente nel settore tessile, ad esempio tramite il sostegno al «Better Work Programme» dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL). Il Bangladesh beneficia inoltre delle esenzioni dai dazi doganali concesse ai Paesi in via di sviluppo.

Sviluppo del settore privato e servizi finanziari

Migrazione economica sicura

Per molte persone in Bangladesh la migrazione economica – ad esempio verso gli Stati del Golfo – è una strategia per gestire la sovrappopolazione e un mercato del lavoro saturo; allo stesso tempo, le rimesse dei migranti sono un’importante fonte di reddito per il Paese. I migranti economici devono tuttavia essere meglio preparati alle sfide e ai rischi della migrazione. La Svizzera si impegna a livello globale, nazionale e locale affinché la migrazione economica sia più sicura e concorra a realizzare uno sviluppo sostenibile in Bangladesh. Si adopera inoltre per favorire l’integrazione sociale ed economica delle vittime della tratta di esseri umani.

Migrazione

Aiuto umanitario

Aiuto d’emergenza per i profughi e in caso di catastrofi naturali

La Svizzera fornisce aiuto umanitario ai profughi Rohingya nel Sud-Est del Paese, in particolare per quanto riguarda l’accesso alle risorse idriche e al settore sanitario. Al contempo sostiene la popolazione locale toccata dalla crisi dei profughi e, dove possibile, collega l’aiuto d’emergenza a progetti di sviluppo a medio termine.

Le catastrofi naturali e il cambiamento climatico rendono difficili le condizioni di vita della popolazione del Bangladesh. L’Aiuto umanitario della DSC aiuta le persone colpite dalle catastrofi naturali.

Aiuto umanitario

Metodo di lavoro e partner

La Svizzera lavora a stretto contatto con le autorità locali, altri Paesi donatori e organizzazioni internazionali, come le Nazioni Unite, nell’ambito di un approccio coerente e globale. Il settore privato è un partner importante per la Svizzera.

Partner importanti della Svizzera in Bangladesh:

  • ONG svizzere: «Swisscontact», «Helvetas», « Swiss Intercooperation»
  • ONG internazionali: «Handicap International», «Solidarités International»
  • ONG locali: «BRAC»
  • Ministeri
  • Organizzazioni della società civile autoctona:  «Ain O Salish Kendra»
  • Settore privato svizzero e locale
  • Organizzazioni multilaterali: Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (PNUS), Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), Banca asiatica per lo sviluppo (ADB), Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite (PAM),  Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) 

Temi trasversali

La Svizzera attua coerentemente, in tutti i progetti, la propria politica di genere e lavora per promuovere la parità tra uomo e donna. I principi del buongoverno vengono integrati in tutti i programmi.

Progetti attuali

Oggetto 13 – 24 di 30

WaSH Support for Rohingya Refugees and Vulnerable Local Communities in Cox’s Bazar District

25.11.2018 - 24.11.2021

Basic services such as infrastructure, health, water, forest and land resources that were available prior to the Rohingya influx in Cox’s Bazar are under strain due to the massive increase in people in the area. The HYSAWA Fund will address the needs and gaps of Water, Sanitation and Hygiene, targeting vulnerable host communities and refugee camps in Cox’s Bazar by enhancing capacity of Local Government Institutions. It will apply tools developed in previous Swiss programmes to improve state-citizen relations and relationships between refugees and the host communities.


UNDP – Disaster Risk Management in Cox’s Bazar District

01.11.2018 - 31.12.2019

The location, climate and topography of Cox’s Bazar District makes it vulnerable to tropical cyclones and associated storm surges, flash flooding, and landslides. The influx of the Rohingya refugees have raised the population of an already poor, disaster prone-district to 3.5 million people, requiring significant upgrading of disaster risk management capacities. The project supports a comprehensive approach to developing local capacities and enables risk informed-decision making.


Prevention of violence and mitigation of conflicts during parliamentary election cycle

01.08.2018 - 31.03.2020

The national parliamentary elections foreseen for late 2018 will be important for Bangladesh’s future development. The risk of political unrest and violence in the run-up to the elections is likely to increase. Against this background a number of like-minded development partners have agreed on a package of accompanying measures to contribute to peaceful elections. SDC proposes to associate itself to this program.


Integrated Water Resources Management in the Barind areas

01.07.2018 - 30.06.2022

By promoting the coordinated, equitable and sustainable development and management of water, land and related resources, and addressing the institutional challenges associated with integrated water resources management, the project intends to ensure access to sufficient and safe water for the disadvantaged people of the Barind tracts in North-Western Bangladesh.   


Political Empowerment of Women Phase III

15.04.2018 - 14.01.2023

By focusing on women’s political empowerment, the project contributes to enhancing women’s full and effective participation and equal opportunities for leadership at all levels of decision-making, which leads towards a more inclusive society. With a more equitable governance system at the local level, citizens can hold institutions accountable and voice their needs and interests.


Empowering and Decentralizing Local Government Institutions to Manage Hygiene, Sanitation and Water Supply Service Delivery in Hard-to-Reach Areas of Bangladesh

01.12.2017 - 30.11.2020

The Hygiene, Sanitation and Water Fund (HYSAWA) will focus on enhancing capacities of local government institutions and communities to plan and manage hygiene, sanitation and water supply service delivery in an effective, accountable, transparent and inclusive manner for men, women and disadvantaged persons. Citizens will benefit from improved public services which are better targeted at those people who need them the most.


Efficient and Accountable Local Governance

01.11.2017 - 31.10.2022

Local Governments in Bangladesh are tasked to deliver important public services like education, agricultural extension and health. The project supports the clarification of functions for the local public sector, the enhancement of financial management and citizen participation for increased accountability in service delivery, with a focus on the sub-district level, and strengthening women’s participation in political processes. 


Community-led Outreach on Safe Migration (COSM)

01.11.2017 - 31.12.2019

This single-phase project will complement a larger EU-supported project aiming at making people aware about safe migration at the Union and Upazilla level. The project will also pilot a pre-employment module developed by the Global Program Migration and Development and used in Sri Lanka, to verify its effectiveness in the context of Bangladesh. It is expected that the evidence generated in this project will feed into a larger SDC-funded project, to start in 2019.


Shomoshti – Prosperity for the Poor and Disadvantaged

01.04.2017 - 31.07.2020

Over 180,000 rural poor and disadvantaged households will enhance the productivity of their farming and cottage businesses through the use of improved technical and market services. This will result in increased incomes and the ability to pay for social services. Through the strengthening of voice and participation of the poor and disadvantaged in local planning, their access to services in nutrition, health and education, and thus wellbeing, will be improved.


Sharique Phase IV : SDC LGov Programme

01.03.2017 - 30.06.2020

Sharique has developed a proven capacity development model for urban municipalities strengthening participative and inclusive development planning, transparent budgeting, taxation and representation of women and poor citizens in decision-making and service delivery. In this exit phase, the model will be internalized and applied in two additional districts by national training institutions, empowering 0.8 million citizens to influence planning and provision of public services.


Making Markets Work for the Chars (M4C) in Northern Bangladesh (Phase II)

01.01.2017 - 31.12.2019

Women and men living on riverine islands will increase the productivity of their farms as a result of better access to quality inputs and services, processing and output markets. The 25’000 benefitting farm households are likely to invest additional income into the diversification of their farm businesses and basic needs. This will result in reduced poverty and vulnerability of men and women on riverine islands and an increase in their well-being.  


Strengthening Human Rights institutions in Bangladesh

01.01.2017 - 31.12.2020

People in Bangladesh repeatedly suffer from human rights violations which especially affect poor and marginalised people with limited remedy and widespread impunity. The project strengthens (i) the National Human Rights Commission to more effectively promote and protect human rights and (ii) civil society to promote and monitor Human Rights and provide legal aid.

Oggetto 13 – 24 di 30