Spesa DSC

Oltre all’aiuto umanitario, alla cooperazione allo sviluppo e alla cooperazione con l’Europa dell’Est, le spese della DSC includono anche il contributo all’allargamento dell’Unione europea, che essa attua congiuntamente con la SECO.

Evoluzione della spesa della DSC

    

Per raggiungere l’obiettivo fissato dal Parlamento di un tasso di aiuto pubblico allo sviluppo (APS) pari allo 0,5% del reddito nazionale lordo (RNL), le risorse destinate alla DSC sono cresciute costantemente fino al 2015.

Tra il 2016 e il 2018 i crediti per la cooperazione internazionale sono stati influenzati dalle misure di risparmio decise dal Consiglio federale e approvate dal Parlamento.

L’incremento registrato nel 2020 è da ricondurre al credito aggiuntivo approvato dal Parlamento per sostenere gli sforzi internazionali per attenuare le ripercussioni della pandemia da Covid-19. Questo credito include anche il prestito al Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), che ammonta a 200 milioni di franchi.

Spesa bilaterale della DSC per regione