Ufficio Contributo Svizzero Bucarest

La presidente della Confederazione Doris Leuthard, il ministro degli esteri rumeno Theodor Baconschi e la consigliera federale Micheline Calmy-Rey
La presidente della Confederazione Doris Leuthard, il ministro degli esteri rumeno Theodor Baconschi e la consigliera federale Micheline Calmy-Rey © DFAE

La Svizzera mette a disposizione dei Paesi che hanno aderito all’Unione europea (UE) il 1° maggio 2004 un miliardo di franchi. Dal 2009, il nostro Paese sostiene anche la Bulgaria e la Romania, Stati accolti dall’UE il 1° gennaio 2007, con un importo complessivo di 257 milioni di franchi. Il 1° luglio 2013 la Croazia ha aderito all’UE come 28° Stato membro. La Svizzera sostiene anche questo nuovo membro dell’UE con 45 mio. CHF, come deciso dal Parlamento nel dicembre del 2014. I progetti nell’ambito di questo contributo saranno attuati entro il 2024.

Con questo contributo, la Svizzera intende esprimere la sua solidarietà con i nuovi Stati membri dell’UE, i quali profondono notevoli sforzi nell’ottica di ridurre le loro disparità economiche e sociali. Il contributo in questione va anche inteso come una continuazione degli aiuti tecnici e finanziari che la svizzera fornisce sin dall’inizio degli anni novanta. Il 26 novembre 2006, il contributo all’allargamento è stato approvato dal popolo svizzero con una quota di sì pari al 53 per cento.

Il contributo a favore della Romania ammonta a 181 milioni di franchi, stanziato in base all’accordo quadro bilaterale tra la Romania e la Svizzera del 07.09.2010. Esso contiene le priorità tematiche e disciplina le procedure. Il partner principale della svizzera in Romania è il Ministero rumeno delle Finanze pubbliche che funge da servizio nazionale di coordinamento e al quale in generale tutti i progetti saranno presentati. Per quanto riguarda le priorità tematiche nei fondi tematici regole specifiche sono applicabili.

La gestione del programma in Romania viene accompagnata dall’ufficio addetto al contributo all’allargamento in seno all’Ambasciata svizzera. L’approvazione dei progetti compete alla Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) e alla Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Contribuzione all’allargamento

Strategia, temi e progetti della politica estera svizzera e della cooperazione sul campo

Novità

Notizie locali e internazionali

Eventi

Ricerca di eventi secondo la data, un termine o un tema

Posti vacanti

Posti di lavoro locali aperti al Ambasciata svizzera / Ufficio del contributo svizzero in Romania