Relazioni bilaterali Svizzera–Nigeria

La Nigeria, Paese molto importante dal punto di vista politico ed economico, è un partner centrale della Svizzera nell’Africa subsahariana. Le strette relazioni tra la Nigeria e la Svizzera si fondano su incontri politici ad alto livello nonché su dialoghi istituzionalizzati e riguardano principalmente l’economia e il commercio, la migrazione, l’aiuto umanitario, i diritti umani e la promozione della pace.

Priorità delle relazioni diplomatiche

Le relazioni bilaterali tra la Svizzera e la Nigeria sono intense e abbracciano svariati ambiti, tra cui soprattutto la cooperazione economica, le questioni migratorie, l’aiuto umanitario, i diritti umani e la promozione della pace.

Questi temi vengono approfonditi nel quadro di incontri bilaterali ad alto livello organizzati a intervalli regolari. Negli ultimi anni si sono recati in visita in Nigeria i consiglieri federali Didier Burkhalter (nel 2016) e Johann Schneider-Ammann (nel 2018). Una volta all’anno si tengono consultazioni politiche nonché un dialogo sulla migrazione e uno sui diritti umani.

Nel quadro della Strategia Africa subsahariana 2021–2024 si mira a diversificare e ad approfondire ulteriormente le relazioni con la Nigeria.

Strategia Africa subsahariana 2021–2024

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione economica

La Nigeria è un importante partner commerciale della Svizzera nell’Africa. Da questo Paese viene importato soprattutto petrolio greggio, mentre le esportazioni svizzere verso la Nigeria riguardano prevalentemente prodotti farmaceutici e macchinari. La bilancia commerciale della Svizzera è fortemente negativa a causa delle importazioni di petrolio. In Nigeria si trovano oltre 50 imprese svizzere, concentrate soprattutto nel Sud del Paese. Tali imprese hanno effettuato investimenti diretti per circa 550 mio. USD e occupano oltre 7000 persone.

Nel 1980 la Svizzera e la Nigeria hanno concluso un accordo sui servizi aerei e nel 2000 hanno siglato un ulteriore accordo concernente la promozione e la protezione reciproche degli investimenti. Inoltre, sempre a partire dagli anni 1980, sono stati attuati vari accordi di conversione del debito a favore della Nigeria.

Medio Oriente e Africa, SECO

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise

Questioni giuridiche

Per rafforzare la cooperazione nell’ambito dell’assistenza giudiziaria in materia penale, nel 2016 è stata firmata una dichiarazione d’intenti che offre la possibilità di intrattenere contatti diretti e favorisce così le interazioni tra le autorità centrali dei due Paesi in quest’ambito.

La Svizzera e la Nigeria cooperano anche nel settore della restituzione di averi di provenienza illecita. La Svizzera è stata il primo Paese a restituire alla Nigeria, fino al 2005, 700 mio. USD di provenienza illecita appartenuti all’ex dittatore Abacha. Altri 321 mio. USD vengono inoltre restituiti dalla Svizzera alla Nigeria nel quadro di un secondo processo di restituzione in corso dal 2017. Il denaro restituito è destinato alla realizzazione di progetti volti a rafforzare la sicurezza sociale delle fasce più povere della popolazione.

Ufficio federale di giustizia – Assistenza giudiziaria internazionale in materia penale

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

I ricercatori e gli artisti nigeriani possono candidarsi per una borsa di studio d’eccellenza della Confederazione Svizzera presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI).

Il partenariato in materia di migrazione promuove progetti che consentono alle cittadine e ai cittadini nigeriani di seguire una formazione in Svizzera per determinate professioni.

Borse d’eccellenza della Confederazione Svizzera per ricercatori e artisti stranieri SEFRI

Migrazione

Il partenariato in materia di migrazione concluso nel 2011 è uno dei cardini delle relazioni bilaterali. L’obiettivo del partenariato è affrontare le sfide e sfruttare i vantaggi legati alla migrazione nonché promuovere una cooperazione globale, coerente e basata su un approccio cooperativo in ambiti rilevanti per la migrazione: tutto ciò tenendo conto degli interessi di entrambi i Paesi e delle persone migranti.

L’annuale dialogo sulla migrazione promuove lo scambio e, in tale contesto, viene trattato anche il tema del rimpatrio dei richiedenti l’asilo respinti. Inoltre vengono attuati progetti congiunti riguardanti per esempio la lotta contro la tratta di esseri umani, la gestione delle migrazioni o il ritorno in patria e la reintegrazione delle cittadine e dei cittadini nigeriani che rientrano nel loro Paese.

Partenariati della Svizzera in materia di migrazione  

Promozione della pace e sicurezza umana

Dal 2011 la Svizzera e la Nigeria portano avanti un dialogo sui diritti umani. Questo scambio bilaterale è accompagnato da progetti concreti, incentrati su ambiti quali i diritti umani e il lavoro di polizia o l’accesso alla giustizia, che vengono attuati insieme alle autorità nigeriane e a organizzazioni della società civile.

Politica dei diritti dell’uomo della Svizzera

L’impegno della Svizzera nella politica di pace in Nigeria si concentra principalmente nel Nord-Est del Paese e comprende la messa a disposizione di buoni uffici, il sostegno nell’elaborazione del passato nonché l’impegno a favore della prevenzione, per esempio nell’ambito dell’estremismo violento di matrice ideologica o nel contesto delle elezioni.

Politica di pace della Svizzera

Aiuto umanitario

Dal 2014 la Svizzera è impegnata nell’aiuto umanitario a favore della popolazione interessata dal conflitto armato nella regione del lago Ciad. In tale ambito fornisce sostegno finanziario per il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), le Nazioni Unite e organizzazioni internazionali non governative. L’accento è posto in particolare sulla sicurezza alimentare, sulla protezione nonché sull’istruzione in situazioni di emergenza.

Aiuto umanitario della Svizzera

Scambi culturali

Gli scambi culturali tra la Svizzera e la Nigeria sono limitati. La Svizzera partecipa alla Settimana della lingua italiana e alle Settimane della Francofonia che si svolgono ogni anno ad Abuja.

Le svizzere e gli svizzeri in Nigeria

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2019 in Nigeria risiedevano 222 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

La Svizzera riconosce la Repubblica federale della Nigeria il 1° ottobre 1960, il giorno dell’indipendenza dal Regno Unito. Poco dopo i due Paesi avviano relazioni diplomatiche e l’anno successivo la Svizzera apre un’ambasciata a Lagos.

Nel 2001 la Svizzera trasferisce la sua ambasciata nella nuova capitale Abuja e nel 2016 apre un consolato generale a Lagos.

Nigeria, Dizionario storico della Svizzera

Documenti Diplomatici Svizzeri, Dodis