Migrazione: assistenza alle vittime di violenze sessuali

Progetto concluso
Una superstite di violenze sessuali.
Una superstite di violenze sessuali. © Susana Oñoro

Tra le migranti e i migranti provenienti dall’Africa subsahariana e accolti in Marocco, molti hanno subito violenze sessuali durante il percorso. La Svizzera fornisce assistenza medica, aiuto sociale e consulenza psicologica.

Paese/Regione Tema Periodo Budget
Marocco
Migrazione
Sanità
Migrazione in generale (aspetti relativi allo sviluppo e partenariati)
Salute e diritti riproduttivi
01.07.2016 - 31.12.2017
CHF 160'000

Il Marocco è diventato un Paese di transito e di destinazione per i cittadini dell’Africa subsahariana. Molti di loro hanno subito violenze fisiche e sessuali durante i loro spostamenti. 

La DSC sostiene l’Associazione di lotta contro l’AIDS (ALCS), la più importante associazione in Marocco attiva contro le violenze sessuali. L’ALCS presta aiuto ai Marocchini, ma anche ai migranti e ai rifugiati. La maggior parte dei beneficiari sono giovani donne dell’Africa subsahariana di età tra i 16 e i 30 anni. Molte di loro sono state violentate o obbligate a prostituirsi. Altre sono invece riuscite a sfuggire alle reti dei trafficanti. 

L’ALCS garantisce loro un sostegno individuale che comprende assistenza psicologica, medica e sociale. Per aiutare a superare i traumi vengono organizzate sedute di gruppo o individualizzate. Una diagnosi d’urgenza (entro le 72 ore) è effettuata tra le donne che rischiano un’infezione da HIV. L’ALCS facilita loro l’accesso a servizi specializzati come il trattamento dell’HIV, della tubercolosi o la vaccinazione contro l’epatite B. Le future mamme portatrici di HIV sono seguite in modo particolare. Le donne in condizioni di difficoltà ottengono un aiuto per l’alloggio, buoni alimentari e kit d’igiene. 

L’ALCS presta aiuto anche ai giovani uomini che hanno subito abusi. Il tema rimane un tabù e queste persone soffrono in silenzio. L’associazione collabora con le comunità di migranti per identificare questi casi e propone un trattamento adeguato.   

Tra i risultati più positivi figura la nascita di numerosi bambini sani da madri portatrici del virus HIV.