Il presidente della Confederazione incontra a Zurigo il presidente della Commissione europea Juncker

Comunicato stampa, 19.09.2016

Il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann ha ricevuto lunedì a Zurigo il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker per un colloquio sullo stato attuale delle relazioni tra la Svizzera e l’Unione europea (UE). In particolare è stato affrontato il tema concernente l’attuazione dell’articolo 121a della Costituzione federale sull’immigrazione. In serata i due presidenti hanno partecipato alle celebrazioni organizzate per i 70 anni dello storico discorso sull’Europa tenuto da Winston Churchill a Zurigo.

 Sulla terrazza di Villa Hatt, a Zurigo, il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker guardano in direzione della città.
©

In occasione del loro incontro il presidente della Confederazione Johann N. Schneider-Ammann e il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker hanno fatto il punto sullo stato dei colloqui tra la Svizzera e l’UE in diversi dossier, in particolare quello concernente l’attuazione dell’articolo costituzionale sull’immigrazione (art. 121a Cost).

A questo proposito il presidente della Confederazione Schneider-Ammann ha spiegato il processo parlamentare in corso concernente la revisione della legge sugli stranieri. Altri temi affrontati durante l’incontro sono stati la via da seguire per la ratifica del protocollo sulla Croazia e la garanzia della piena associazione della Svizzera ai programmi quadro per la ricerca Horizon 2020. Nel prossimo futuro la Svizzera e l’UE manterranno uno scambio regolare su questi temi.

È inoltre nell’interesse di entrambe le parti assicurare e sviluppare ulteriormente la via bilaterale, proficua sia per la Svizzera sia per l’UE. A questo proposito la Svizzera è ancora disposta a portare avanti i negoziati su un accordo istituzionale entro il quadro stabilito nel mandato negoziale. Il presidente della Confederazione ha confermato che la Svizzera non intende però dare il proprio consenso a un legame giuridico tra il dossier sull’immigrazione e quello concernente l’accordo istituzionale.


Indirizzo per domande:

Servizio d’informazione DEFR
058 462 20 07, info@gs-wbf.admin.ch


Editore

Dipartimento federale dell
Dipartimento federale degli affari esteri