Il consigliere federale Didier Burkhalter concorda in Uruguay un rafforzamento delle relazioni con la «Svizzera dell’America del Sud»

Comunicato stampa, 27.05.2016

A Montevideo, capitale dell’Uruguay, il consigliere federale Burkhalter ha discusso con il ministro degli esteri Rodolfo Nin Novoa di nuovi ambiti per la cooperazione bilaterale. I due ministri hanno sottoscritto un accordo che prevede contatti regolari ad alto livello diplomatico. Alla base della buona cooperazione c’è la vicinanza tra i due Paesi, storicamente legati.

A metà del XIX secolo, molti Svizzeri si stabilirono in Uruguay, dando il loro contributo allo sviluppo economico del Paese, soprattutto nel settore agricolo. Oggi, circa 50 000 cittadini uruguaiani, quasi il 2 per cento della popolazione complessiva,  hanno radici svizzere. Per le sue dimensioni, il suo benessere e la stabilità politica, l’Uruguay è sempre stato considerato la «Svizzera dell’America del Sud».

Questa eccezionale vicinanza, nonostante la grande distanza geografica, è stata uno dei temi dei colloqui del consigliere federale Didier Burkhalter con il suo omologo uruguaiano Rodolfo Nin Novoa, a Montevideo. Il primo incontro di lavoro di un membro del Consiglio federale in Uruguay si è incentrato sull’ampliamento della collaborazione tra i due Stati. L’Uruguay coopera strettamente con la Svizzera anche nel Consiglio dei diritti umani e –come membro attuale del Consiglio di sicurezza – è un partner importante per il nostro Paese all’ONU, dove sostiene idee affini a quelle elvetiche, ad esempio dal punto di vista ambientale e sulla riforma delle Nazioni Unite. In futuro, la cooperazione sul piano multilaterale diventerà ancora più intensa: il consigliere federale Burkhalter e il ministro degli esteri Nin Novoa hanno infatti firmato a Montevideo un memorandum d’intesa (Memorandum of Understanding) che prevede scambi regolari tra i due Paesi a un alto livello diplomatico. I due ministri hanno poi parlato dell’iniziativa svizzera che punta a rafforzare la collaborazione tra il Consiglio dei diritti umani e il Consiglio di sicurezza dell’ONU, hanno discusso di possibili nuovi campi per la cooperazione bilaterale, tra cui la promozione della pace, e hanno approfittato dell’incontro per avere uno scambio su vari altri argomenti (migrazione, formazione professionale, ripercussioni dei cambiamenti climatici ecc.).

Prevenzione e gestione delle catastrofi naturali

La cooperazione nell’ambito della prevenzione delle catastrofi naturali e della gestione dei loro effetti è stata affrontata già durante la mattinata quando il consigliere federale Burkhalter ha visitato la città di Nueva Helvecia, colpita dal maltempo nel mese di aprile del 2016, come altre regioni dell’Uruguay. A Nueva Helvecia, dove vivono molti discendenti delle cittadine e dei cittadini svizzeri immigrati nel Paese sudamericano, il consigliere federale Burkhalter ha partecipato alla posa della prima pietra di un edificio in cui la popolazione della città potrà in futuro trovare rifugio in caso di catastrofe. Dopo i recenti eventi meteorologici estremi, le operazioni di soccorso sono state sostenute dall’Aiuto umanitario e dai suoi partner in loco, dai Cantoni di Friburgo e del Ticino e dal Comune ticinese di Quinto.


Informazioni supplementari:

Relazioni bilaterali Svizzera – Uruguay


Indirizzo per domande:

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
Fax: +41 58 464 90 47
E-Mail: info@eda.admin.ch


Editore

Dipartimento federale degli affari esteri