Relazioni bilaterali Svizzera–Azerbaigian

Svizzera e Azerbaigian intrattengono buone relazioni politiche ed economiche fondate su un ampio ventaglio di interessi comuni. La collaborazione all’interno delle istituzioni finanziarie internazionali, la cooperazione allo sviluppo e la politica energetica sono elementi importanti delle relazioni bilaterali.

Priorità delle relazioni diplomatiche

L’Azerbaigian fa parte del gruppo di voto presieduto dalla Svizzera in seno alla Banca Mondiale, al Fondo monetario internazionale (FMI) e al Fondo globale per l’ambiente (Global Environment Facility, GEF). La Svizzera attribuisce una grande importanza alla promozione del buongoverno e del settore privato in Azerbaigian e dal 1999 opera nel Paese nel campo della cooperazione tecnica ed economica.

Banca dati dei trattati internazionali

Banca Mondiale (en)

Fondo monetario internazionale (en)

Fondo mondiale per l’ambiente (en)

Cooperazione economica

L’Azerbaigian è il principale partner commerciale nel Caucaso meridionale. La Svizzera esporta soprattutto articoli di gioielleria (pietre e metalli preziosi), macchinari, orologi, dispositivi di stampa sicuri e prodotti farmaceutici. Secondo le statistiche, nell’ultimo decennio gli investimenti diretti svizzeri nel Paese sono stati pari a 370 milioni USD. La Svizzera è al primo posto per gli investimenti nel settore non petrolifero e sostiene l’Azerbaigian nella diversificazione dell’economia. Un’azienda svizzera partecipa alla realizzazione della Trans Adriatic Pipeline (TAP), che – probabilmente dal 2020 – trasporterà gas naturale azero in Italia.

La società energetica statale azera SOCAR ha una sede in Svizzera. Nel 2012 la SOCAR Energy ha rilevato da Esso Svizzera 172 stazioni di servizio.

Informazioni sul Paese, Segreteria di Stato dell’economia SECO

Sostegno commerciale, Switzerland Global Enterprise SGE

Cooperazione allo sviluppo

La Svizzera si impegna in Azerbaigian per assicurare:

  • migliori condizioni quadro economiche e un clima più favorevole agli investimenti
  • un settore finanziario moderno e trasparente
  • servizi pubblici più efficienti e buongoverno
  • l’emancipazione delle donne nel settore economico
  • la promozione dell’arte e della cultura locali

Temi prioritari nel quadro della strategia di cooperazione regionale 2017-2020 per il Caucaso meridionale (Armenia, Azerbaigian e Georgia) sono lo sviluppo economico, il buongoverno e lo Stato di diritto nonché la promozione della pace. Il budget per la strategia ammonta per i tre Paesi a 75 milioni CHF.

Cooperazione allo sviluppo

Strategia di cooperazione svizzera 2017–2020 per il Caucaso meridionale (PDF, Numero pagine 44, 1.6 MB, Inglese)

Scambi culturali

L’Ambasciata di Svizzera elabora diversi progetti e organizza manifestazioni per promuovere la cultura e l’immagine della Svizzera, partecipa a festival cinematografici, alla Settimana della Francofonia, alla Settimana della lingua italiana e ad altri eventi culturali. L’Azerbaigian è coinvolto anche nei programmi artistici e culturali regionali della DSC nel Caucaso meridionale.

Le svizzere e gli svizzeri in Azerbaigian

In base alla Statistica sugli Svizzeri all’estero, alla fine del 2018 in Azerbaigian risiedevano 31 cittadini svizzeri.

Storia delle relazioni bilaterali

La Svizzera riconosce l’Azerbaigian come Stato indipendente il 23 dicembre 1991. Nell’ottobre del 2005 l’Azerbaigian apre un’ambasciata a Berna. Nel 2001 la Svizzera apre un ufficio di cooperazione a Baku e a fine 2007 un’ambasciata, inaugurata ufficialmente nel maggio del 2008.

Azerbaigian, Dizionario storico della Svizzera